Come schermare un balcone dai vicini

Che si tratti di un piccolo balcone o di un grande terrazzo, un “dehors” affacciato sul verde è una risorsa preziosa per godersi la bella stagione e i periodi più miti dell’anno. Sei circondato da vicini un po’ invadenti e gli sguardi altrui turbano la sensazione di relax? Per evitare questo inconveniente puoi affidarti a diversi metodi: teli copriringhiera, pannelli frangivista, separè, tende e cannicci sintetici e in salice. Il rivestimento del terrazzo può essere fatto in versione fai da te, con una spesa contenuta: scopri come schermare un balcone dai vicini e qual è il metodo più adatto per proteggere lo spazio esterno dai curiosi.

1. Come schermare un balcone dai vicini con un copriringhiera

Ci sono modi molto semplici ed economici per proteggere il balcone dagli sguardi indiscreti. È sufficiente, ad esempio, ricorrere ai copriringhiera da balcone, disponibili in rotoli o pannelli e realizzati con tessuto naturale o sintetico. Le alternative alle foglie finte sono numerose, come i teli in polyrattan con trama liscia o effetto tridimensionale. Per assicurare i copriringhiera al balcone basta utilizzare appositi ganci, occhielli e altri metodi di fissaggio veloce. Così facendo, potrai donare in pochi attimi un aspetto intimo ed elegante al terrazzino, affrontando una spesa minima senza eseguire lavori impegnativi.

2. Come schermare un balcone dai vicini con un separé frangivista

I pannelli frangivista in legno sono una soluzione molto pregiata dal punto di vista estetico: dal classico grigliato su cui far crescere i rampicanti, ai pannelli montati su pali di sostegno, creano una una perfetta schermatura del terrazzo. Un’alternativa pratica e leggera sono i separè da balcone, disponibili in tanti colori e materiali diversi. Si va dai divisori pieghevoli in bambù ai separè in poliestere con telaio in acciaio, composti da due o più pannelli pieghevoli. Un’opzione più costosa e tecnologica sono le tende estensibili da esterno, ideali per delimitare un salottino all’aperto creando una sorta di nicchia. 

3. Usa siepi e piante (anche in vaso)

Perimetrare il terrazzo con pannelli in massello può essere costoso. I separè, del resto, possono risentire del vento e, per quanto facili da spostare, richiedono talvolta un fissaggio aI balcone per assicurare la giusta stabilità. Se nessuna di queste soluzioni ti convince, puoi propendere per il giardino urbano e affidarti al verde per migliorare la sensazione di privacy. Come schermare un balcone dai vicini con le piante? Il metodo più classico è inserire i grigliati con fioriera incorporata dove far crescere rampicanti, alberi da frutto e piante da balcone sempreverdi a rapido accrescimento come nandina e bambù. Indubbiamente, questo tipo di soluzione è molto più accattivante rispetto alle foglie finte che possono dare al balcone un aspetto un po’ datato. Prendersi cura delle piante da balcone, inoltre, aggiungerà relax al relax.

4. Posiziona ombrelloni, tende o gazebi

Come schermare il balcone dai vicini e ombreggiare l’angolo outdoor nei giorni di sole? Semplice, ricorrendo a tende e ombrelloni dimensionati in base agli spazi disponibili. La scelta, come ovvio, dipende anche dal budget e dall’utilizzo che vuoi farne. Una tenda retrattile con manovella, ad esempio, ti permetterà di rinfrescare il balcone con una spesa ridotta. Anche le pergotende automtizzate, dotate di struttura in alluminio e telo impermeabile, possono essere installate senza permessi e offrono grande praticità. L’ideale, in ogni caso, è optare per un prodotto resistente che garantisca una buona stabilità contro il vento e le sollecitazioni. Una soluzione più “leggera”, dal punto di vista estetico, sono le vele ombreggianti, adattabili a livello di misure e facili da sganciare all’occorrenza.

Molto scenografici, poi, sono i gazebo da balcone, dotati di teli laterali e accessori vari che includono, per alcuni modelli, elementi di illuminazione e riscaldatori a infrarossi. Pensi che servano grandi metrature per inserire un gazebo in terrazza? Non necessariamente: i modelli più piccoli misurano 1,5 metri per lato. Nulla vieta, infine, di optare per la soluzione più facile e immediata, ovvero il classico ombrellone, da orientare a piacimento per proteggere il tavolo o l’area relax dai raggi del sole e dagli occhi dei vicini. Se necessario puoi combinare due ombrelloni per aumentare la superficie imbreggiante e proteggere il balcone su più lati.

5. Come schermare un balcone dai vicini con arelle e cannicci

Caratterizzati da un aspetto rustico e naturale, i cannicci paravento sono un espediente tradizionale per creare recinzioni leggere e schermare terrazzi e balconi. Sono proposti in nastri composti da canne in salice o bambù con altezza e lunghezza variabile in base alla superficie da ricoprire. Pur essendo piuttosto economici e molto semplici da gestire, questi divisori presentano qualche svantaggio. Sono infatti leggeri e sensibili all’usura: durante l’inverno – e possibilmente nei periodi piovosi – andrebbero rimossi e conservati in uno spazio riparato. Se l’obiettivo è proteggere un balcone di piccole dimensioni, comunque, possono rivelarsi perfettamente adatti allo scopo e donare un look accattivante all’angolo outdoor.

I suggerimenti per vivere i tuoi momenti outdoor non finiscono qui: scopri tutti i consigli per arredare il terrazzo e balcone e creare l’allestimento perfetto.