05.12.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

Bagno classico

Il bagno, come le altre stanze della casa, necessita della giusta illuminazione: primo consiglio è che non deve essere troppo illuminato, né troppo buio, ma deve avere il giusto bilanciamento di luci. Ricordati dell’importanza della luce naturale che proviene dall’esterno e cerca di sfruttarla il più possibile. Nel caso in cui il tuo bagno non avesse una finestra, l’illuminazione artificiale avrà un ruolo importantissimo e per nulla scontato. Sei alla ricerca della giusta illuminazione per il tuo bagno? Eccoti una guida completa, da seguire passo dopo passo, per illuminare il tuo bagno moderno senza commettere errori.

Illuminazione del bagno: cosa fare

Come illuminare il bagno? Innanzitutto, la soluzione migliore è avere due livelli di luce da gestire in modo autonomo, così che potrai scegliere quanta luce ti serve e in quali punti della stanza.

Luce diffusa uniformemente

Un tipo di illuminazione che non può mancare nel tuo bagno sono le luci a soffitto da incasso o a sospensione. Con un lampadario a soffitto, dei faretti o una bella plafoniera, avrai un bagliore diffuso nello spazio, sufficiente ad illuminare la stanza in modo uniforme, in qualsiasi momento della giornata.

Suggerimenti:

Luce nei punti giusti

Così come la cucina necessita di punti d’illuminazione sopra al piano lavoro, al tavolo, e ai fuochi, così anche il bagno ha delle zone specifiche da illuminare: la vasca o la doccia e la zona lavabo con lo specchio. Queste due zone hanno bisogno di un’illuminazione funzionale, vale a dire di un’illuminazione pratica, in grado di gestire le diverse funzioni di utilizzo.

Puoi gestire l’illuminazione della vasca o il box doccia con un’illuminazione con regolatore, in modo da poterla calibrare a seconda che la situazione sia più rilassata durante un lungo bagno in vasca o sbrigativa nel caso di una doccia veloce. Esistono luci di atmosfera, installabili con barre a led dietro a spessori in cartongesso o controsoffitto, ideali per creare momenti di puro relax dopo intense giornate di lavoro. La luce sarà soffusa e ideale per questo momento di tranquillità.

La zona lavabo invece deve essere molto illuminata, perché è la zona in cui ci si specchia, ci si trucca o si fa la barba, quindi richiede una perfetta illuminazione senza creare zone d’ombra.

Come illuminare il lavabo

La zona dello specchio ha la sua importanza strategica soprattutto la mattina per la nostra cura e igiene quotidiana. Lo specchio deve essere illuminato in modo uniforme, senza creare zone d’ombra. Scegli una fila di led intorno allo specchio e sopra allo stesso, installando un’applique che lo illumini completamente dall’alto o lateralmente, facendo attenzione alle zone d’ombra.

Suggerimenti:

Illuminazione del bagno: cosa non fare

Eccoti alcuni consigli per aiutarti a capire cosa non fare o cosa evitare per illuminare il tuo bagno.

1. Evita scelte sbagliate

Come ti abbiamo già detto fin qui, il bagno necessita di un’illuminazione specifica a seconda delle varie zone da illuminare. Il primo errore da non fare è quello di installare un solo punto luce a soffitto sperando che questo possa illuminare uniformemente tutta la stanza.

2. Non eccedere con la luce

Dal momento che il bagno è una stanza in cui ci rilassiamo ma allo stesso tempo compiamo azioni più meticolose come taglio della barba o make-up, abbiamo bisogno di luci specifiche, senza mai eccedere. Non sai come procedere tra luce calda o fredda? Il nostro consiglio è quello di scegliere dei LED a luce naturale, perché avrai una luce splendida e nitida in tutta la stanza con tonalità realistiche e naturali.

Luci per specchio

Usa applique, barre e plafoniere a led regolando la luce in maniera adeguata anche in base allo spazio che hai a disposizione. Non eccedere nell’illuminazione perché potrebbe essere abbastanza fastidioso, ma piuttosto dosa bene i punti luce come ti abbiamo indicato.

Suggerimenti:

Non trascurare la sicurezza

Acqua ed elettricità, come ben sappiamo, devono essere ben separate tra loro. La sicurezza, soprattutto in bagno, è fondamentale e non va trascurata. Usa sempre prese a doppia sicurezza, evita prese e luci all’interno della doccia.

Consigli per scegliere le lampade giuste

Tra le tante lampade per illuminare il tuo bagno, quale scegliere? Considera innanzitutto lo stile del tuo bagno, cioè se tende ad un gusto più classico ed elegante o ad uno stile moderno e di design.

Sicuramente i faretti e le plafoniere sono le soluzioni migliori per un’illuminazione uniforme, perché in genere i lampadari a sospensioni creano zone d’ombre, che è meglio evitare.

Se hai un bagno moderno puoi illuminare con lampadine con il cavo colorato, essenziali, semplici e funzionali allo stesso tempo: puoi mixarle e combinarle come meglio credi per giocare con colori diversi e luci. 

Altre soluzioni da prendere in considerazione sono le lampade a sospensione un po’ più strutturate, purché il soffitto sia abbastanza alto. Fatti ispirare dalle tante proposte che ci sono in commercio ad uno o più elementi. Lampada a forma sferica, in ceramica colorata, porcellana, volumi compatti o sofisticati dal richiamo rétro: scegli cosa ti piace di più e illumina il tuo bagno.

Se non vuoi rinunciare al fascino della lampada da terra nemmeno in bagno, sceglila con calotta orientabile e luce regolabile e posizionala vicino alla vasca: sarà molto piacevole regalarsi un bagno caldo con luce soffusa.

Suggerimenti:

Ora che il tuo bagno è illuminato alla perfezione non ti resta che mettere in pratica i nostri consigli e godertelo più che puoi! Cerchi altre idee per arredare il tuo bagno? Visita la nostra sezione “Arredamento bagno” e lasciati ispirare!

banner arredamento