soggiorno verde

Un soggiorno verde è uno spazio capace di rievocare la natura e di riconnetterci ai suoi ritmi e alle sue armonie. Non una semplice area dedicata al relax, ma un piccolo microcosmo dove ritrovare se stessi tra  musica, lettura e amabili conversazioni. Piante, tessili e decorazioni contribuiscono a ricreare questo habitat, insieme a carte da parati e vernici murali dalle nuance più disparate. Dall’effetto giungla alle atmosfere del sottobosco, ecco 5 idee per allestire il living in versione green.

1. Pareti verdi in soggiorno

Allestire un soggiorno verde può essere una sfida – appassionante – per i decoratori e gli amanti del fai da te. La strategia più immediata è dipingere le pareti, ma attenzione: familiarizzare con la palette è fondamentale per ottenere il risultato desiderato e per rivoluzionare “consapevolmente” il living. Il consiglio è puntare sulle tonalità più versatili, come il verde salvia e menta, il verde malva o il verde kaki, molto più “facili” rispetto al verde brillante, al verde prato o al lime.

Se ti piace osare puoi optare per le gradazioni scure, come il verde petrolio, lo smeraldo e l’ottanio, a metà fra il blu e il verde. Pur essendo nuance ricche di fascino, il rischio è quello di appesantire la stanza: la soluzione è verniciare solo la parte inferiore della parete e lasciare bianca la fascia superiore e il soffitto. In alternativa, puoi dipingere solo una parete o scaldare l’ambiente con arredi color caffè, tabacco, cioccolato, cammello e così via: ad esempio, il classico divano Chesterfield abbinato ad arredi in legno e lampade vintage.

2. Un tocco di verde con i tessili

Preferisci mantenere le pareti in versione neutra e giocarti il verde sugli arredi? In questo caso puoi affidarti ai tessili. Il verde salvia, eclettico e ricercato, è sempre una garanzia: anche per quanto riguarda la scelta delle tende e per arredare un soggiorno scandinavo o minimal incentrato sulle tonalità neutre. Un modo ancora più semplice per portare il verde in soggiorno è “tempestare” il divano di cuscini arredo ricamati o stampati con motivi geometrici o vegetali.

A proposito di tessili: perché non valutare una carta da parati in tessuto per rendere più glamour il soggiorno? Dalla seta dipinta a mano ai rivestimenti vinilici e in TNT, le carte da parati sono ideali per dare un tocco lussuoso al living e per arricchirlo di effetti materici, grazie a lavorazioni che riproducono i rilievi e la trama della stoffa. La scelta spazia dal damasco barocco verde con riflessi dorati, al fogliame in stile coloniale e giungla.

Suggerimenti:

3. Mobili verdi: perché no?

Se il soggiorno verde è di tendenza, lo stesso si può dire del living monocromatico: se anche tu sei un fan degli ambienti perfettamente coordinati, puoi decidere di abbinare il colore dei mobili a quello delle pareti. Gli amanti deI fai da te possono commissionare la vernice al proprio colorificio di fiducia e dipingere le pareti e gli arredi nella tonalità prescelta.

Preferisci una tavolozza più movimentata? In questo caso puoi abbinare i mobili verdi – come librerie e credenze, pouf e tavolini – a uno sfondo a contrasto: ad esempio, a pareti dipinte di rosa (se ti piacciono le combinazioni decise). Per un effetto più morbido puoi accostare il verde alle nuance neutre: ad esempio, inserire un divano verde menta in un living giocato sui toni del grigio e sul bianco, magari rivestito con un parquet chiaro o un pavimento in gres tortora effetto legno. 

4. Viva le decorazioni!

Non serve dipingere le pareti per “colorarle” di verde: una strategia meno impegnativa – a prova di eterno indeciso – è creare una composizione di quadri e stampe incorniciate a soggetto botanico. Anche decalcomanie e adesivi murali sono perfetti per realizzare una decorazione di forte impatto: ad esempio, per “adottare” un bambù o un’intera foresta in soggiorno.

Per richiamare le nuance del soggiorno verde puoi impiegare anche accessori coordinati come portariviste, vassoi, vasi e pigne decorative in ceramica. Oppure, perché no, un bel baule vintage ridipinto di fresco o una serie di faretti da muro tono su tono.

Suggerimenti:

5. Dettagli green con le piante da interno

Un soggiorno verde in continuità con lo spazio esterno – aperto sul terrazzo o sul giardino con un’ampia portafinestra – è l’ideale. Se non hai questa possibilità, l’alternativa c’è: portare il verde “vivo” all’interno del living, trasformando le piante da interno in fantastici elementi d’arredo. Basta un grande vaso posizionato vicino al divano per creare una cornice lussureggiante per il tuo relax. O un portavasi a scaletta in legno dipinto di bianco, dove esporre la tua collezione di piantine: doppiamente incantevole se abbinato ad altri arredi in stile shabby, come cestini e alzate con campana in metallo.

Se vuoi andare ancora oltre – e trasformare il soggiorno in un’autentica giungla – puoi farti tentare dai vasi sospesi da appendere al soffitto o, perché no, allestire un giardino verticale in miniatura.

Se sei in cerca di ispirazione, nella nostra sezione “Soggiorno” trovi tante idee per renderlo unico e in linee con il tuo stile!

banner guide e consigli