organizzare scrivania

«Una scrivania ordinata è sintomo di una mente malata», soleva dire il celebre scrittore Oscar Wilde. Certo, facile a dirsi per un genio della letteratura capace di trovare ispirazione in qualunque confusione. Un po’ più complicato per noi comuni mortali. Diversi studi dimostrano invece che mantenere in ordine la propria postazione di lavoro aiuta ad aumentare la produttività. Allora come organizzare la scrivania del proprio studio o del proprio ufficio? Se la tua scrivania, più che essere un piano di lavoro, è semplicemente un deposito per qualunque genere di oggetto, potrai trovare particolarmente utili i consigli degli esperti di Westwing. Leggi le prossime righe per scoprire come organizzare al meglio la tua scrivania!

Parola chiave: “Ordine”

Hai mai sentito la parola “decluttering”? Si tratta di un termine anglofono che letteralmente tradotto significa “eliminare ciò che ingombra”. Questa pratica può essere utilizzata in qualunque ambito della vita e si sposa perfettamente anche con la volontà di fare ordine sulla propria scrivania.

Il decluttering va oltre il semplice gettare qualcosa che non serve più, ma è una vera e proprio filosofia di pensiero che ti aiuterà ad eliminare il superfluo, riorganizzando anche le tue idee e focalizzandoti sui tuoi obiettivi.

Perciò come organizzare la scrivania? Eliminando in prima battuta ciò che non è utile. Sistema la tua scrivania raccogliendo i fogli sparsi sul piano di lavoro: cestina quelli inutili, mentre gli altri ordinali in apposite cartelline. Potresti sfruttare un bel raccoglitore per suddividerle in categorie: da un lato una dedicata ai tuoi progetti, dall’altro una dedicata alle spese e così via discorrendo.

Ricorda sempre che la scrivania corrisponde alla tua postazione di lavoro, quindi dovrai muoverti in maniera agevole. Ad esempio dovrà esserci sempre uno spazio libero su cui collocare ad esempio il laptop e il mouse potendolo utilizzare in piena comodità.

Tutti coloro che lavorano in smart working utilizzano un computer. Di conseguenza ti potresti ritrovare la scrivania sommersa da fili: caricabatterie, auricolari e tanto altro. In questo caso una delle soluzioni migliori sarà utilizzare una delle tante scatole portacavi che si trovano in commercio. Ne esistono di tante colori e materiali che potranno entrare in sintonia anche con l’arredo del tuo studio. Potrai collocarle direttamente sulla scrivania o farle scomparire all’interno di qualche cassetto.

Suggerimenti:

Nella riflessione su come organizzare una scrivania non dimenticarti della pulizia. Spolvera e pulisci sempre la superficie con uno sgrassatore almeno una volta ogni due, tre giorni. Mettere in ordine la scrivania ti offrirà un’impensata soddisfazione e ti aiuterà ad iniziare la giornata lavorativa con il piano di lavoro e la mente sgombra da inutili ostacoli e distrazioni.

Come eviterai di generare nuovamente il caos nel giro di pochi minuti? Impara la sana abitudine di rimettere a posto ogni oggetto una volta utilizzato. Le prime volte ti sembrerà un’azione noiosa, ma una volta entrata a far parte della tua routine dimezzerà il lavoro di riordino.

Come organizzare la scrivania? Gli oggetti immancabili

Ci sono alcuni oggetti che si riveleranno utilissimi per organizzare la scrivania. Tra questi indubbiamente l’organizer. Si tratta di una piccola struttura solitamente in legno formata da diversi scompartimenti e sviluppata su più livelli. Al suo interno troveranno una “nuova casa” post it, forbici e tutto l’occorrente per le tue attività.

Un altro oggetto che non potrà mancare è un portapenne che potrai creare anche dando sfogo alla tua creatività: un barattolo ridipinto o una vecchia scatola delle scarpe decorata rappresenteranno una soluzione che non ti deluderà. Sarà pur vero che un organizer da tavola può contenere anche delle penne, ma chi fa lavoro d’ufficio sa bene quanto sia vitale avere immediatamente a portata di mano qualcosa per prendere appunti.

Se lo spazio a disposizione sarà risicato invece, non ti resterà che sfruttare la parete. Potresti fissare una griglia oppure un pannello portautensili sul quale agganciare tutti i contenitori utili per svolgere al meglio le tue mansioni. Inoltre su queste pareti potrai anche attaccare una piccola lavagna o una bacheca dove appuntare tutto ciò che non dovrai assolutamente dimenticare ed averlo sempre sott’occhio.

Suggerimenti:

Nella riflessione su come organizzare la scrivania dovrai anche prendere in considerazione i cassetti. Non sono un luogo dove accatastare cose che non servono più: anch’essi dovranno essere organizzati secondo una logica. Potrai agevolarti nel compito utilizzando degli appositi divisori: suddividi i tuoi documenti, fascicoli e quant’altro per categorie, in maniera da saper sempre dove trovarli.

Gli elementi presenti sulla scrivania dovranno anche seguire un certo gusto estetico ed entrare in sintonia con il resto della stanza. Ricreare un ambiente all’insegna dell’equilibrio infonderà serenità allo spazio e ti aiuterà ad essere maggiormente produttivo sul lavoro.

Inoltre non dimenticare che la scrivania ha bisogno anche di un po’ di leggerezza. Tra fascicoli, penne e organizer trova lo spazio per qualche foto o qualche cartolina da attaccare sul pannello portaoggetti. Potresti anche scrivere sulla bacheca qualche frase motivazionale in grado di darti una scossa nei momenti di maggior stress. Se invece sei un’amante della natura non disdegnare una pianta per donare un tocco di verde al tuo angolo di lavoro: migliorerà la qualità dell’aria e allevierà le tensioni intorni a te.

Se hai trovato interessante questa guida, non perderti tanti altri utili consigl per arredare il tuo spazio di lavoro: gli esperti Westwing hanno creato appositamente per te la categoria “Studio e ufficio”. Dai un’occhiata!

banner arredamento