Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

pane con planetaria

Non c’è profumo più buono di quello del pane appena sfornato, soprattutto se è fatto in casa. Prepararlo con le proprie mani è gratificante, anche per un fornaio alle prime armi: non lasciarti intimorire dalla varietà di tecniche e prova subito la nostra ricetta per fare il pane con la planetaria. Oltre a essere semplice e veloce, si presta a infinite variazioni sul tema. Sperimenta con farine diverse, segui i nostri consigli per una cottura ottimale e sforna deliziose pagnotte, baguette e panini.

Pane con la planetaria: quale farina usare?

Per preparare l’impasto base del pane con la planetaria servono pochissimi ingredienti, ovvero farina, acqua, lievito, zucchero e sale. In particolare, è molto importante utilizzare farine di qualità, il vero segreto per raggiungere grandi risultati. Sono proprio due proteine della farina a conferire al pane la sua struttura: la glutenina dona elasticità e masticabilità, mentre la gliadina crea estensibilità, la capacità della proteina di allungarsi per ottenere un aumento maggiore. Queste proteine hanno bisogno di acqua per connettersi e formare il glutine, la struttura portante del pane.

Poiché il contenuto proteico può variare dal 5% al 15%, i produttori di farine hanno stabilito standard di etichettatura per trovare la farina giusta per ogni esigenza. La farina 00 di frumento è abbastanza versatile e garantisce sempre una buona lievitazione, ma ha meno sapore rispetto ad altre tipologie, come quella di avena, farro o segale, che pur essendo ottime dal punto di vista nutrizionale, hanno una bassa azione lievitante. Per i tuoi primi esperimenti con il pane, quando scegli la farina controlla la sua forza, che sulla confezione è identificata con la lettera W. Più il valore è alto, meglio sarà per il tuo pane fatto in casa.

Preparazione del pane con la planetaria

Se non hai mai fatto il pane con la planetaria, ti suggeriamo di iniziare con questa ricetta base. Una volta raggiunta una certa sicurezza, potrai poi iniziare a sostituire la farina e aggiungere altri ingredienti, come semi, olive e frutta secca.

Ingredienti

  • 500 grammi di farina 00
  • 350 grammi di acqua a temperatura ambiente
  • 10 grammi di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero

Procedimento

Versa l’acqua in una ciotola di vetro e aggiungi il lievito sbriciolato e lo zucchero. Mescola bene e lascia riposare per qualche minuto. Nel frattempo monta la frusta piatta sulla tua planetaria, metti farina e sale nella ciotola e accendi a velocità bassa. A questo punto inizia ad aggiungere lentamente il mix liquido già preparato.

Dopo qualche minuto ferma la planetaria, togli la frusta e monta il gancio: fai lavorare l’impasto del pane per qualche minuto, fino a quando risulterà compatto e liscio. Toglilo dalla ciotola e lavoralo brevemente su un piano infarinato, piegandolo più volte su se stesso.

A questo punto crea la forma che preferisci: una grande pagnotta, un paio di baguette oppure dei piccoli panini. Posizionali ben separati su una leccarda ricoperta da carta da forno e lascia lievitare per almeno un’ora nel forno spento, ma con la luce accesa. Passato il tempo di lievitazione, con un coltello fai uno o due tagli sopra l’impasto e poi cuoci in forno ventilato a 200° C per circa mezz’ora o comunque fino a una bella doratura. Lascia raffreddare il pane per qualche minuto su una griglia.

5 consigli per la cottura

Abbiamo già parlato dell’importanza di scegliere la farina giusta, ma non è l’unica variabile da considerare. Molto dipende anche da come cuoci il tuo pane in forno: ecco 5 consigli utili per non sbagliare.

  1. Ricorda che non tutti i forni sono uguali: i tempi delle ricette sono sempre indicativi, dato che esistono piccole differenze di cottura tra i differenti modelli di forni. Non ti scoraggiare se al primo tentativo la crosta risulta più bruciacchiata! Per capire se il tuo pane è ben cotto, giralo delicatamente e guarda il fondo, che dovrebbe apparire dorato e sodo.
  2. Il forno deve essere già caldo: preriscalda il forno prima di cuocere il pane. Se hai dei dubbi, puoi usare un termometro interno per assicurarti che la temperatura sia davvero precisa e il lievito possa far lievitare abbastanza il pane prima che la farina si solidifichi. Inoltre, se stai cuocendo una pagnotta ti consigliamo di posizionarla al centro della teglia.
  3. Il trucco da professionisti: per ottenere una bella crosta serve un po’ di vapore. Per crearlo, basta posizionare un vassoio di acqua bollente sul ripiano inferiore del forno appena prima della cottura.
  4. Considera anche il fondo: per dorare bene tutti i lati, gira la pagnotta per gli ultimi 10 minuti di cottura.
  5. Non tagliare subito: prima di affettare, fallo raffreddare per un po’. La tentazione sarà forte, ma per gustare al meglio il tuo pane fatto con la planetaria serve un po’ di pazienza. Lascia che l’umidità evapori e la consistenza si stabilizzi. Così sarà anche più semplice fare delle fette precise e gustarne il sapore.

Pronto a sperimentare in cucina? Se vuoi scoprire tutte le potenzialità della planetaria, in questo articolo trovi tanti utili consigli per sfruttarla al meglio: Planetaria e accessori KitchenAid: guida alla scelta.

A questo punto non ti resta che iscriverti (gratis) al Westwing Club e approfittare delle nostre offerte esclusive con sconti fino a -70%!