Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Dettaglio di un tappeto bianco

Un tappeto è il soffice pavimento che dona ad ogni stanza un’atmosfera accogliente e familiare. Ma non fatti prendere dal panico se improvvisamente hai una visita importante a casa tua o se vuoi fare da solo le pulizie di primavera. La pulizia dei tappeti fai-da-te è facile e veloce. Risparmia i costi delle pulizie professionali. In pochi passi il tappeto risplenderà di nuovo sotto i tuoi piedi!

Pulizia dei tappeti fai-da-te o pulizia professionale?

Se si pulisce il tappeto da soli o se lo si fa pulire dipende non solo dalla sensibilità del tappeto, ma anche dal tempo e dal budget. A seconda del materiale e del fornitore, la pulizia costa tra gli 8 e i 38 euro al metro quadro. Molte persone risparmiano i costi delle pulizie professionali dato che ci sono molti semplici trucchi che sono nettamente più economici.

Se si può pulire il tappeto da soli dipende interamente dal modello del tappeto e dalla sua sensibilità! Puoi leggere di più su questo argomento qui sotto, nelle nostre informazioni sui vari materiali. Per la maggior parte dei tappeti si consiglia una pulizia profonda due volte all’anno – in estate e in inverno. Si consiglia di pulirlo più spesso se viene usato intensamente e se è frequentemente soggetto a macchie. Sono ideali le seguenti opzioni di pulizia:

  • Pulizia a umido con schiuma per tappeti e aspirapolvere: questa variante è adatta per la pulizia di tutti i tappeti. La schiuma spray viene applicata sul tappeto, spazzolata e aspirata dopo l’asciugatura.
  • Pulizia a umido con uno shampoo o con un dispositivo di aspirazione a spruzzo: si consiglia di affidare la pulizia a un’azienda specializzata. Un dispositivo per la pulizia dei tappeti spruzza la soluzione detergente sul pavimento con una pressione maggiore.
  • Pulizia con un dispositivo di pulizia a vapore: questo metodo di pulizia può essere utilizzato anche per la pulizia della moquette. Il vapore scioglie lo sporco, le macchie e il grasso. Lo sporco disciolto viene raccolto direttamente in un panno speciale. Non rimangono residui nel tappeto!

Pulizia dei tappeti con prodotti per la casa o detergenti – quale è meglio?

In sostanza, è sempre meglio e più facile fare a meno dei prodotti chimici. Quindi – se compatibile con il materiale del tuo tappeto – prova sempre i rimedi domestici che spesso hai già a casa tua! In questo modo si fa qualcosa di buono per l’ambiente e si risparmia tempo e denaro!

Ghiaccio per le macchie di cioccolato

Il cioccolato è una dolce coccola, ma le sue macchie sui tessuti sono sempre amare! Ci sono alcuni semplici rimedi che puoi usare per pulire il tappeto, specialmente il ghiaccio. Se lo metti sulla macchia (preferibilmente in un sacchetto di ghiaccio), il cioccolato si congelerà e potrà successivamente essere facilmente staccato. Anche le gomme da masticare possono essere rimosse in questo modo!

Sale contro le macchie di vino

Molti si sono già posti questa domanda: come faccio a rimuovere le macchie di vino rosso dal tappeto? Naturalmente, il vino rosso è particolarmente meschino, soprattutto su un tappeto chiaro. È possibile pulire o almeno alleggerire queste macchie sul tappeto con il sale da cucina. Basta mettere del sale sulla macchia, inumidire (se la macchia è già secca) e strofinare dall’esterno verso l’interno (importante: non il contrario!). Quando tutto è asciutto, aspirare il sale rimasto e ripetere se necessario.

Sodio o lievito in polvere contro le macchie di caffè

Come ci si comporta con le antiestetiche macchie di caffè? Il rimedio casalingo al bicarbonato di sodio aiuta a contrastare il caffè versato su ogni tessuto ed è particolarmente indicato per i tappeti. Distribuire il bicarbonato di sodio o il lievito in modo uniforme sul tappeto. Strofinare leggermente e poi spruzzare con acqua calda. Dopodiché lascia che faccia effetto e passaci l’aspirapolvere.

Succo di limone per macchie scure su tappeti chiari

Il succo di limone ha un effetto sbiancante – ideale per le macchie scure su tappeti chiari! Butta delle gocce di limone sulla macchia o bagna un panno con del succo di limone e usalo per rimuovere la macchia!

Schiuma da barba per le macchie di cibo

Che si tratti di senape o pomodoro – la schiuma da barba aiuta con molte macchie! Coprire la macchia con schiuma da barba e massaggiarla con un panno o una spazzola morbida. Dopo un tempo di applicazione di almeno un’ora, tamponare la schiuma da barba con un panno. La stessa procedura è raccomandata per la schiuma per tappeti, ma prima si dovrebbe testare un’area poco in vista per verificarne l’effetto. Questo metodo è anche molto efficace per la pulizia della tappezzeria!

Acqua minerale per macchie molto fresche

Macchie come la cera, ma anche qualsiasi macchia di cibo sarà una lotta da rimuovere! La cosa principale è che l’acqua/soda minerale contenga molto anidride carbonica. Applicare semplicemente sulla macchia, lasciare agire per 20 minuti e strofinare con un panno morbido.

Carta assorbente per macchie di cera

Le macchie di cera possono essere rimosse con carta assorbente. Mettere la carta assorbente sulla macchia di cera. Poi metterci sopra il ferro da stiro e asciugare l’area. La carta assorbente assorbe la cera sciolta dal calore.

Detergente per vetri e aceto come antibatterici

Se nulla funziona, per molte macchie possono aiutare anche i semplici detergenti per vetri o per superfici bianche (a causa della glicerina in essi contenuta). Anche l’aceto, specialmente se mescolato con l’acqua, aiuta contro le macchie sul tappeto. Attenzione solo con tappeti più sensibili, perché l’aceto sbianca! Prova sempre prima su una piccola area non in vista!

Pulizia dei tappeti secondo tipo e il materiale

Le istruzioni per la pulizia e la cura sono diverse per ogni materiale. Fondamentalmente, è sempre necessario tenere in considerazione la sensibilità del materiale prima di iniziare a pulire il tappeto.

Pulizia dei tappeti in fibre naturali

Oltre alla lana, alla seta e al cotone, le fibre naturali comprendono anche la sisal e la iuta. Se compaiono macchie, è possibile tamponarle con panni assorbenti e un po’ di smacchiatore, non strofinarle. Esistono anche smacchiatori appositamente sviluppati per le fibre naturali. In caso di macchie ostinate, è possibile trattare il tappeto con una spazzola in fibra naturale umida.

Pulizia dei tappeti di fibre animali

Se il tuo tappeto è costituito da fibre animali come la lana, che rientrano anch’esse sotto le fibre naturali, non devi usare il sapone! Questo può causare la perdita di compattezza ed elasticità del tappeto. I detergenti acidi, invece, preservano la lucentezza e l’elasticità delle fibre animali. Dopo la pulizia, spazzolare in direzione della venatura. Se hai un tappeto di seta, ti consigliamo la pulizia professionale.

Pulire il tappeto a pelo alto

Come pulisco un tappeto a pelo alto, ti chiederai? Se il tuo tappeto è a pelo alto, devi pettinarlo con un pettine prima di pulirlo, così puoi scoprire qualsiasi nodo. Ripeti questa procedura più volte all’anno, in modo che il tappeto a pelo alto rimanga fresco a lungo. Le piccole impurità su un tappeto a pelo alto possono essere rimosse perfettamente con un normale shampoo per capelli. Basta riempire una ciotola con acqua e un po’ di shampoo e coprire la macchia con esso.

Pulire il tappeto in feltro lungo

Inoltre, “come si pulisce un tappeto lungo” è una domanda comune. Se il tuo tappeto è a feltro lungo, dovresti pettinare anche questo con un pettine grosso prima di pulirlo. È meglio ripeterlo più volte all’anno. Con il pelo lungo, è anche raccomandato scuotere il tappeto prima e aspirare più volte. Non ci devono essere piccole briciole o altro in questa fitta rete di fibre. Quindi controlla di nuovo le fibre, se vedi nodi più grandi. Anche le piccole impurità su un tappeto a pelo lungo possono essere rimosse con lo shampoo per capelli. Anche qui, mescola lo shampoo con acqua e tratta la macchia leggera con esso.

Pulire il tappeto orientale

Puoi anche pulire tu stesso il tuo delicato tappeto orientale! Per fare ciò, devi prima trovare il giusto detergente. Questo dovrebbe essere sempre lieve e con PH neutro. Prima di tutto, testa il detergente dopo aver aspirato il tappeto come test del colore in un posto meno visibile! I detergenti classici non devono essere usati e il tappeto non deve essere troppo bagnato. Spazzola il tappeto con tratti leggeri.

Suggerimento: applica del grasso di lana o lanolina dopo il contatto con l’acqua per ripristinare la brillantezza e proteggere il tappeto. Quindi lascialo asciugare appeso!

Pulire il tappeto in microfibra

Se possiedi un tappeto in fibra sintetica, non dovresti mai lavarlo in lavatrice! Lo strato di lattice potrebbe dissolversi e il tappeto potrebbe subire danni a lungo termine. Inoltre, si consiglia di asciugare il tappeto sintetico dopo averlo pulito con dell’acqua con ausili elettrici. Poiché questi tappeti contengono fibre chimiche, possono sciogliersi a causa del calore eccessivo e perdere la forma.

Step-by-step: pulizia dei tappeti fai-da-te

Se ti dovesse succedere un piccolo incidente a casa, puoi trattare tu stesso lo sporco sul tappeto. L’importante è controllare esattamente che tipo di macchia è – troverai così il rimedio migliore. Se il tappeto è particolarmente sporco, è anche possibile noleggiare una macchina per la pulizia. Ovviamente puoi anche pulire i tappeti in modo rapido e semplice ed è importante avere una buona ventilazione per una corretta asciugatura. Leggi di seguito tutto sulle possibilità di pulizia del tappeto:

Pulizia del tappeto fai-da-te

  1. Preparazione

    Se non si dispone di una macchina professionale per la pulizia dei tappeti, è possibile preparare il tappeto per la pulizia con un aspirapolvere. I moderni aspirapolvere, in particolare, hanno diverse opzioni di aspirazione che consentono di rimuovere anche le polveri più fini. Mettere l’accessorio spazzola sull’aspirapolvere, a meno che tu non abbia un tappeto a pelo lungo: in quest’ultimo caso il beccuccio liscio è più adatto.

  2. Lascia che il detergente faccia effetto

    Coprire il tappeto con un detergente per tappeti o uno shampoo. Lavorare a mano in cerchio dall’esterno verso l’interno. Il tappeto deve essere bagnato solo superficialmente.

  3. Risciacqua il detergente

    Poi strofina fino a quando non rimane più schiuma sul tappeto.

Se il tappeto è particolarmente sporco, puoi anche noleggiare una macchina per la pulizia della moquette se vuoi continuare a pulirlo da solo. È importante avere una buona ventilazione per asciugare correttamente i tappeti. Pulire un tappeto da soli può essere davvero facile!

Pulire i tappeti piccoli

Dovrebbe essere facile e veloce pulire il tappeto se è piccolo! Vale la pena lavarlo in lavatrice o nella vasca da bagno. Controlla quanto il tappeto può resistere prima di iniziare. In particolare i tappeti a pelo lungo o a pelo corto possono essere lavati senza problemi nella vasca da bagno e in lavatrice.

Pulire il tappeto nella vasca da bagno

Riempi la vasca con acqua in modo che il tappeto sia tutto coperto. Quindi aggiungi lo shampoo. Lascia in ammollo e quindi insapona delicatamente l’intero tappeto per rimuovere lo sporco. Dopodiché risciacqua fino a quando non rimane più schiuma nell’acqua. Il lavaggio nella vasca è ottimo anche per i tappeti di lana!

Questo è il modo migliore per lavare i tappeti a pelo lungo, a pelo corto o alto, ma anche tappetini da bagno. I tappeti orientali e simili, d’altra parte, dovrebbero stare lontani dalla lavatrice. Per evitare che eventuali parti si incastrino nella macchina, è meglio procurarsi un grande sacchetto per la biancheria. Quanti gradi un tappeto in lavatrice tollera, si deve determinare individualmente. Dopo aver lavato il tappeto, è possibile controllare di nuovo la presenza di macchie e se necessario, trattarle nuovamente con i classici rimedi casalinghi.

Pulire da soli le frange del tappeto:

Spesso le frange di un tappeto sono bianche e dopo un po’ di tempo non sono più belle. Questo è un modo semplice per pulire le frange: metti la plastica sotto le frange, mescola l’acqua molto calda con il detersivo per il bucato bianco e un po’ di candeggina, poi strofinare le frange con una spugna imbevuta e lascia agire.

Banner Melissa Wolf interior designer risponde alle vostre domande

Domande importanti sulla cura e la pulizia dei tappeti

Abbiamo raccolto le domande più importanti per te! Basta leggere e scoprire consigli utili per la pulizia e la cura dei tappeti.

Un tappeto di lana frequentemente calpestato dovrebbe essere pulito con un aspirapolvere almeno una volta alla settimana. Naturalmente, è meglio rimuovere sempre direttamente lo sporco in modo che non possa depositarsi in primo luogo. La pulizia di base o profonda è generalmente raccomandata in estate e in inverno, cioè due volte all’anno. Tuttavia, questo varia a seconda del carico. Dovresti sempre rimuovere immediatamente qualsiasi macchia.
Un pulitore a vapore rimuove gli odori in modo rapido e semplice. Altrimenti: il bicarbonato è la soluzione! Può essere usato come neutralizzatore di odori, semplicemente spruzzando, lasciando agire per una notte e poi aspirando bene. Suggerimento: se si pulisce il tappeto prima, il bicarbonato elimina ancora meglio gli odori.
Le antiestetiche impronte sul vostro tappeto non sono sicuramente un’attrazione per gli occhi. Ciò è dovuto allo sporco e ai residui di detersivo, nonché alle frequenti camminate sulle fibre. La schiuma detergente scioglie lo sporco che è entrato nel tappeto e ripara tali aree. Aspirare accuratamente il tappeto, quindi spruzzare la schiuma e massaggiare con una spazzola morbida. Non appena la schiuma si è asciugata, va aspirata via insieme allo sporco. Inoltre, un pulitore a vapore disponibile in commercio aiuterà a ristabilire le fibre che sono state calpestate. Oppure puoi usare un asciugamano e un ferro a vapore a basso livello per stirare le fibre.

La giusta cura del tappeto

La cura del tappeto è importante quanto la pulizia regolare. Eccoti vari consigli e trucchi per la cura e la pulizia dei tappeti:

  • L’acqua all’aceto aiuta a far risplendere il colore del tuo tappeto di lana. Questo può rinfrescare i colori sbiaditi. Mescolare l’aceto (o essenza di limone) con 3 volte la quantità di acqua. Applicare l’impasto con parsimonia e spennellare leggermente seguendo la linea nel tappeto. Lasciare asciugare bene e poi spazzolare in direzione della linea.
  • Per proteggere il tappeto dall’umidità e dallo sporco, si consiglia l’uso di uno spray impregnante. Tuttavia, ciò non è consigliabile per i materiali naturali. Lo spray impedisce al tappeto in fibra naturale di trasportare l’umidità e al materiale di respirare.
  • L’impregnazione dei tappeti sintetici di solito riflette solo un trattamento superficiale delle fibre. Ecco perché si sceglie un agente impregnante speciale. Ci sono anche prodotti specifici per tappeti ad anello, tessuti e velluto.
  • Una variante naturale dell’impregnazione funziona con il sale. Cospargere semplicemente il tappeto, lasciarlo agireper circa 5 ore e poi aspirare!

Scopri altri consigli per diventare un professionista della pulizia!

banner guide e consigli