Come pulire i mobili laccati

Se in casa hai mobili laccati, opachi o lucidi, e non sai come pulirli per mantenerli perfettamente, questa guida fa al caso tuo. La laccatura dei mobili richiede cure speciali: solo pulendo queste superfici con attenzione esse potranno resistere a lungo. Quello che può succedere con il tempo è che mostrino aloni o che addirittura il colore non sia più lo stesso da quando lo hai acquistato. Non lasciare che tavoli, mensole, armadi e ante di armadi si rovinino perché non hai utilizzato le giuste accortezze. In questa guida vogliamo darti 4 consigli pratici su come pulire i mobili laccati, siano essi lucidi o opachi. Iniziamo subito.

4 consigli per pulire i mobili laccati

Prima di qualsiasi altro consiglio sugli step da seguire per una corretta pulizia dei mobili laccati partiamo dal fatto che al momento dell’acquisto dovresti aver ricevuto indicazioni sulla pulizia dei tuoi mobili. Se così non fosse cerca di vedere nella documentazione che ti hanno fornito durante il montaggio, o se non vuoi proprio sbagliare segui questi step e il risultato è garantito.

  1. Pulisci subito

    Primo consiglio da ripeterti come un mantra è “pulire subito” i mobili laccati quando vedi che macchie di grasso, olio o schizzi sono arrivati sulle superfici. Non lasciare che la macchia possa agire per qualche minuto sul piano del tuo mobile rovinandolo. La rapidità nel pulire velocemente lo sporco sarà una carta a tuo favore che ti tornerà utile nella manutenzione dei tuoi mobili.

  2. Usa un panno morbido

    Evita spugne abrasive, che a prima vista potrebbero essere l’ideale per rimuovere lo sporco, e prediligi sempre un panno morbido in microfibra o pelle di daino. Per eliminare la polvere dalle mensole o negli armadi, rimuovi prima tutti gli oggetti e poi rimuovi la polvere con un panno in microfibra o antistatico su tutta la superficie.

  3. Fai attenzione ai detergenti

    I prodotti specifici sono sempre l’ideale perché non rovinano le superfici e i tuoi mobili laccati saranno sempre ok e senza macchie. Sì all’alcool etilico, che è uno smacchiatore efficace, ma usalo sempre diluito in acqua e solo sui laccati lucidi. Bandito l’alcool sulle superfici opache poiché potrebbe lasciare dei bruttissimi aloni.

  4. Risciacqua e asciuga

    Risciacqua bene e asciuga con attenzione le superfici dei tuoi mobili laccati con il solito panno in microfibra o pelle di daino. Non lasciare che le superfici una volta passato il detergente si asciughino all’aria: passa sempre un panno per asciugare il tutto, assicurandoti che non rimangano delle macchie di acqua visibili.

Se ti piacciono i mobili laccati, guarda questi:

Rimedi fai-da-te

Il fai-da-te è sempre una soluzione pratica ed economica da utilizzare. Alcuni vecchi rimedi, consigliano una piccola quantità di sapone di Marsiglia in abbondante acqua calda. Il sapone di Marsiglia sarà in grado di rimuovere sostanze grasse o oleose dalle superfici. Ripeti l’operazione finché le macchie o aloni non se ne saranno andati, pulisci con un panno umido e asciuga.

Un’altra soluzione casalinga è l’utilizzo della fecola di patate mescolata con l’amido di mais in acqua tiepida: con questa crema che ottieni, inumidisci un panno in microfibra e passala sulle superfici. Alla fine ripulisci con un panno inumidito di sola acqua e asciuga. Per non avere brutte sorprese, prova questo metodo prima su una superficie nascosta o all’interno del mobile poi prosegui con il resto.

Per le macchie più ostinate diluisci l’alcool o prodotti per pulire i vetri senza ammoniaca in acqua e passa la soluzione con un panno in microfibra. Se le macchie perdurano i prodotti forse erano troppo aggressivi o l’acqua molto calcarea. Ripeti l’operazione fino a che le macchie non saranno scomparse del tutto e asciuga per bene.

Errori da evitare

Ora passiamo agli errori da evitare per avere sempre una manutenzione ottimale dei tuoi mobili laccati.

Non appoggiare oggetti appuntiti o eccessivamente pesanti sulle superfici: puoi rovinare il mobile laccato, lasciando dei segni profondi o perdendo tracce di colore.

Evita assolutamente acetone, trielina o ammoniaca, creme o spugne abrasive che danneggerebbero in modo profondo le superfici laccate dei tuoi mobili. Ricordati di eseguire una pulizia profonda ma sempre in maniera delicata: no allo sfregamento impazzito.

Non esporre i tuoi mobili alla luce diretta del sole; a lungo andare il colore laccato potrebbe perdere la sua originaria tonalità e il colore bianco ingiallirsi a vista d’occhio. Ultimo consiglio: evita di poggiare sulle superfici laccate oggetti caldi.

Ora che la pulizia dei mobili laccati non ha più segreti per te, non ti resta che scoprire come prenderti cura degli altri elementi di arredo della casa. Leggi le nostre guide a tema “Ordine e pulizia“, troverai tantissimi consigli utili!

banner guide e consigli