soggiorno e sala prazo

Le abitazioni moderne non spiccano certamente per le loro metrature. Lo spazio a disposizione è solitamente risicato, perciò se non è possibile investire in una casa di dimensioni più ampie, non resta che aguzzare l’ingegno. Qual è la soluzione migliore? Probabilmente trasformare la propria casa in un appartamento open space. È doveroso fare una premessa: non confondiamolo con il loft. Quest’ultimo, seppur per alcuni aspetti risulta simile ad un appartamento open space, è uno spazio abitativo ricavato da un capannone o da una struttura di tipo industriale, quindi caratterizzato da spazi molto più ampi. Fatta questa precisazione, vediamo le caratteristiche principali di un open space e scopriamo come arredarlo al meglio.

Le caratteristiche di un open space

Come facilmente intuibile dalla traduzione, un appartamento open space si denota per la presenza di uno spazio aperto senza muri divisori tra una stanza e l’altra, se non per il bagno. Questa soluzione permette innanzitutto di ottimizzare al meglio lo spazio presente e di garantire una maggiore ariosità e illuminazione.

L’impatto estetico è prorompente. Con un unico sguardo è possibile abbracciare l’intero appartamento. Di conseguenza una delle regole principali diventa quella di equilibrare al meglio gli arredi per non riprodurre un effetto caos.  Un appartamento open space , oltre per il suo aspetto estetico, è anche particolarmente funzionale.

Abbiamo già accennato quanto grazie a questa disposizione sia possibile recuperare metri soprattutto in un appartamento piccolo. I vantaggi però non finiscono qui, anzi si riflettono anche sui consumi. In un appartamento open space la luce naturale è un elemento importante che si cerca di facilitare grazie all’inserimento di grandi vetrate, specialmente se si ha a disposizione un terrazzo. La luce naturale così filtra nell’abitazione, e grazie alla mancanza di muri, si irradia facilmente in tutta la casa riscaldandola e di conseguenza facendoti anche risparmiare sulle bollette.

In un appartamento open space sei  libero di scegliere le disposizioni di arredo che meglio si adattano ai tuoi gusti. Se hai a disposizione soffitti molto alti puoi anche creare una zona soppalcata. Qui potrai ricavare un piccolo studio isolato dal resto della casa dove trovare la giusta concentrazione e svolgere i tuoi lavori senza disturbo. Oppure l’area soppalcata può trasformarsi nella zona notte, in modo da conferirle la giusta intimità che una camera da letto merita.

Come arredare un open space

In un appartamento open space hai due possibilità a disposizione: sistemare gli arredi vicino alla pareti oppure disporli al centro. Optando per la prima soluzione la superficie della casa resta libera e ti permette di muoverti senza ingombri facendo risaltare quella tipica caratteristica di ariosità, di cui parlavamo qualche riga più su.

Gli arredi al centro sono una scelta che ricalca uno stile contemporaneo. Pochi elementi di arredo, come un tavolo, una poltrona o un divano che diventano i protagonisti dello spazio esaltandosi e donando alla casa un carattere inconfondibile. Un elemento che non può mancare in un appartamento open space è un divano ad angolo da posizionare con le spalle alla cucina. Si trasforma così nella linea di confine tra il living e l’angolo cottura. È importante anche scegliere il colore giusto. Quale? Quello in grado di entrare in sintonia con il resto dei componenti d’arredo e lo stile della casa. Un appartamento open space permette indubbiamente di osare con gli arredi e di azzardare con le grandi misure. Non lasciarti però prendere troppo la mano: l’obiettivo resta quello di formare un ambiente armonico. L’inserimento di troppi elementi potrebbe scaturire l’effetto contrario.

In un appartamento open space non ci sono le pareti, ma ciò non significa che non sia possibile suddividere gli spazi con qualche escamotage. Per esempio, utilizzando un divisorio di design nel soggiorno puoi dividere la zona pranzo dall’area conversazione; ma puoi anche utilizzare una libreria aperta, in modo da avere un arredo dal doppio utilizzo. E ancora, per dividere la cucina dal living puoi creare un piccolo dislivello che separi i due ambienti, almeno otticamente.

Suggerimenti:

E le decorazioni?

Abbiamo visto quanto sia importante in un appartamento open space riuscire a creare una certa continuità tra gli spazi: un po’ come se fossero elementi di un’orchestra pronti a suonare la medesima sinfonia senza sovrapporsi.

Uno dei modi migliori per riprodurre tutto ciò è decorare la casa con un tocco green scegliendo alcune piante da posizionare in punti strategici del soggiorno e della cucina. Il verde porta una ventata di natura tra le mura domestiche e diventa il minimo comune denominatore che unisce le diverse aree dell’appartamento.

L’ampia superficie calpestabile permette anche di dare risalto ai tessuti, in particolare ai tappeti. Un appartamento open space è il luogo ideale per collocarne uno di grandi dimensioni. Scegliendo la giusta fantasia è possibile far risaltare l’intera area living ed avere sotto i piedi una morbida e calda sensazione ideale per i momenti di relax.

Ogni stile infine vuole la propria decorazione. Non ci sono regole precise: si può scegliere un arredo minimal, classico o moderno. Si può scaldare un ambiente contemporaneo con qualche pezzo d’antiquariato oppure rendere il vintage il protagonista della casa. Qualunque sia la tua scelta l’importante è che rispecchi la tua personalità.

Ad esempio se scegli di puntare nel tuo appartamento open space su un design industrial, il legno ed i metalli sono elementi che devono essere assolutamente presenti nel soggiorno e nella cucina. Una parete in muratura poi, può diventare il tratto distintivo dello stile del tuo appartamento.

Suggerimenti:

Le idee per la tua casa però non finiscono qui. Tanti altri utili consigli ti stanno già aspettando nella categoria “Appartamento”: nelle nostre guide puoi trovare idee creative e spunti originali da cui prendere ispirazione.

banner arredamento