Camera da letto boho chic

Irriverente e modaiola, informale ma studiata in tutti i dettagli: una camera da letto boho chic gioca su impercettibili contraddizioni e sulla forza d’insieme di accessori, colori e materiali. L’accostamento è solo apparentemente spontaneo: l’anima ribelle e anticonvenzionale dello stile bohémien acquista un tocco raffinato e leggero, attenuando le cromie e la tendenza a riempire lo spazio. Scopriamo gli accessori, i mobili e le tonalità più adatte per interpretare questo trend e per rendere la camera più “cozy” che mai. 

Colori e materiali 

Dal punto di vista cromatico, la cosa migliore per arredare una camera da letto boho chic è partire da una base neutra, composta da colori delicati e naturali. Oltre al bianco puoi affidarti all’ecru, al beige, al grigio chiaro e al color cammello. L’abbinamento col rosa cipria, e con altre nuance “polverose” o pastello, come il menta o l’azzurro, verrà da sé. A questo punto, puoi far emergere l’anima più spiccatamente bohémien, introducendo qualche dettaglio acceso. La palette può arricchirsi di accenti ottanio, fucsia, melanzana, turchese e accogliere tonalità terrose – come l’arancio bruciato o l’ocra – tipiche degli arredi etnici. Perfetto anche il verde in tutte le sfumature, spaziando dal verde oliva al color petrolio. Se punti a uno stile chic, cerca comunque di usare il colore con parsimonia. Quanto alla scelta dei materiali, in una camera boho chic domina la naturalezza del legno, del vimini e del rattan, così come dei tessuti organici quali lino, iuta e cotone. Senza rinunciare al metallo – anche in versione dorata – e ad altri materiali dall’effetto caldo come la terracotta. Per immergerti nel colore puoi ricorrere anche a vivaci tessuti batik, con cui rivestire i cuscini o realizzare un runner per decorare il letto. 

Mobili must have 

Una camera da letto boho chic sa creare uno scenaio avvolgente: una sorta di elegante rifugio dalle atmosfere sognanti e un po’ esotiche. A cominciare dal letto: anche senza disporre di un modello a baldacchino, puoi rendere accattivante il matrimoniale sfoggiando una testata in rattan o in legno scolpito, mantenuto al naturale o dipinto di bianco. Per la scelta dei comodini puoi puntare sull’asimmetria, scegliendo due mobili diversi. Ad esempio, puoi mettere un semplice sgabello da un lato e un comodino vintage sul lato opposto. Di fronte al matrimoniale puoi posizionare una panca scendiletto, su cui appoggiare i vestiti o i cuscini; oppure, un pouf intrecciato o dei bauli accatastati. II tocco vintage è quasi d’obbligo per l’armadio guardaroba, che si tratti di un mobile color legno, bianco sporco o dipinto con una vernice colorata dall’effetto “vissuto”. La camera boho chic può arricchirsi anche di poltrone a coda di pavone e divanetti etnici per i momenti di relax: se lo spazio abbonda, puoi pensare anche a un’amaca o, perché no, a un’altalena sospesa. Un altro elemento tipico è il separè, realizzato in carta o in bambù ed eventualmente caratterizzato da grafiche esotiche. 

Tessili e decorazioni 

Il progetto decorativo è essenziale in una camera da letto boho chic. Cesti, bauli e valigie richiamano viaggi reali o immaginari, così come lampade traforate, con paralume in bambu o struttura in metallo come nel caso delle lanterne marocchine. Tipicamente, la stanza bohémien gioca molto sulle decorazioni da parete, come arazzi, acchiappasogni e ghirlande con pompon. Se ami gli specchi, puoi sbizzarrirti con complementi di forme e dimensioni diverse, da mescolare a quadri e stampe con scritte o bozzetti realizzati a mano. Volendo, puoi riciclare anche una chitarra o un cappello di paglia che non usi più per ornare le pareti. Per la scelta dei tessili puoi puntare su copriletto colorati, lenzuola in lino lavato, tende con nappine e tappeti rotondi in iuta e cotone. 

Suggerimenti:

Via libera alle piante! 

Una camera da letto boho chic è un vero e proprio microcosmo e, in quanto tale, si presta ad accogliere una varietà piante da interni che aiutano a purificare l’aria e a rilassare i sensi. Dall’aloe vera al ficus, dalla monstera alla calathea, sono tante le specie fra cui scegliere per la tua oasi verde. Puoi alloggiare le piante su mensole e comodini, oppure sistemarle all’interno di ceste e contenitori in vimini o metallo. Oppure, puoi fabbricare con le tue mani un portavasi in macramè, perfetto per appendere piante ricadenti, come il pothos, vicino alla finestra. In alternativa puoi realizzare una piccola parete verde con un pannello in legno a cui fissare i vasi. Come sempre c’è una soluzione più facile per creare l’effetto giungla, ovvero utilizzare una carta da parati: l’ideale è combinare questo tipo di rivestimento con una o più piante dall’aspetto scenografico, come l’alocasia. Volendo puoi anche dipingere il muro di verde o circondare il letto di stampe botaniche.  

Allestire una camera boho chic, come vedi, è molto divertente: se sei una persona creativa, questa tendenza fa al caso tuo. Non hai ancora deciso su quale stile puntare? Affidati ai nostri suggerimenti per arredare la camera da letto