cucina color tortora

Una cucina luminosa, accogliente e che di sicuro non passerà di moda? La puoi realizzare usando uno dei nostri colori preferiti: il tortora. Più che un colore vero e proprio, è un insieme di sfumature ottenute mixando marrone e grigio, e, proprio per questa sua varietà, ben si adatta a stili e ambienti diversi. Preparati a realizzare la tua cucina dei sogni con la nostra guida all’arredamento color tortora.

Perché scegliere una cucina color tortora?

Il color tortora è uno dei neutri per eccellenza, il risultato di un mix tra il grigio e il marrone, dosati in parti più o meno intense, ed è colore caldo, accogliente ed elegante.

Non possiamo definire il tortora una sola tonalità, quanto un insieme di sfumature più o meno chiare e intense, ed è questo uno dei motivi per cui secondo noi è adatto a tutti gli ambienti di casa, in particolar modo alla cucina. È una nuance talmente variegata che siamo sicuri che troverai quella più adatta alla tua personalità e alla tua casa.

È luminoso, e quindi si adatta bene anche a spazi piccoli, se non hai più voglia di usare il bianco e cerchi un’alternativa. In più, si abbina facilmente a tanti altri colori e a tanti stili, da quelli più tradizionali, come lo stile classico oppure il rustico, a quelli più contemporanei o minimal. Può fare da base anche a stili più eccentrici, etnici o boho.

Color tortora in cucina: gli abbinamenti più popolari

La forza del tortora all’interno della palette dei neutri è che è molto più deciso e presente del bianco, e allo stesso tempo è più luminoso del grigio, per questo le sue sfumature sono facilmente abbinabili, sia in nuance con altri neutri, che con colori (e arredi) molto più forti e d’impatto.

Qui ti diamo alcuni suggerimenti sugli abbinamenti più riusciti da sfruttare in una cucina color tortora. Ma ricordati che con il tortora come base puoi osare ancora di più e scegliere praticamente tutte le tonalità che ti piacciono!

Cucina tortora e bianco

Una combinazione chic ed elegante per eccellenza, che non passa mai di moda. Insieme a questi due colori non può mancare il legno, lasciato nel suo colore naturale oppure dipinto in una combinazione di tortora e bianco. Puoi scaldare ancora di più la componente bianca scegliendo l’avorio o il beige, a seconda dello stile della tua cucina. Queste combinazioni neutre si sposano bene con arredi shabby o classici.

Color tortora e grigio

Un altro matrimonio felice è quello del tortora con la sua componente grigia. Le due tonalità si esaltano a vicenda e creano movimento senza appesantire lo spazio. A seconda dell’intensità delle due sfumature, la combinazione tortora-grigio può diventare base per una cucina in stile nordico (se le due tinte sono chiare e luminose) oppure moderna o industriale (se, invece, scegli toni più scuri e profondi). Gioca con le texture e le superfici: acciaio, vetro e finiture lucide per la cucina moderna; legno, tessuti naturali e metalli per lo stile nordico.

Cucina tortora e colori brillanti

Se vuoi scongiurare il rischio di creare un ambiente piatto e un po’ monotono, inserisci all’interno della cucina tortora tocchi di colori più accesi. Hai davvero l’imbarazzo della scelta: arancione, giallo senape, tutte le sfumature del blu (soprattutto l’ottanio) o del verde (verde bosco o smeraldo). Come usarle? Sedie colorate intorno al tavolo da pranzo, tessili, piastrelle colorate dietro il piano di cottura, o, se la tua stanza è particolarmente luminosa, puoi dipingere una parete in una tinta più forte e le altre in una sfumatura chiarissima di tortora.

Cucina tortora e colori naturali

Una delle ultime tendenze vuole il tortora abbinato a colori naturali nelle loro versioni polverose: rosa polvere, terracotta o verde salvia, per creare un deciso, ma elegantissimo, contrasto cromatico.
Il risultato, a seconda dei colori scelti, sarà una delicata palette nordica o boho. Anche qui puoi giocare con i colori e dipingere le pareti, oppure solo il soffitto, o una boiserie a contrasto con il tortora.

Consigli di stile

Forse l’unico difetto di questa sfumatura è che, se usata da sola, rischia di appiattire l’ambiente e renderlo anonimo. Ecco allora con quali trucchi la tua cucina color tortora sarà un ambiente dinamico, creativo e di certo non noioso!

  1. Gioca con i materiali

    Se la tinta scelta è chiara e delicata, puoi modernizzarla e movimentarla scegliendo texture e materiali. Qualche idea?
    Il top della cucina in marmo, che ben si abbina a qualunque tonalità del tortora tu abbia scelto, le venature del legno, la pietra, i riflessi del vetro, cementine con base tortora… L’abbinamento con texture e venature rende l’ambiente molto più interessante rispetto a superfici opache o lisce, con cui potrebbe risultare molto piatto.

  2. Sfrutta l’illuminazione

    Se è vero che il tortora già di per sé è un colore luminoso, a seconda del tipo di illuminazione artificiale che utilizzi in cucina darai un effetto diverso: luci calde per gli arredi vintage e classici, luci fredde per una cucina moderna e contemporanea. Prima di progettare la tua cucina, decidi dove posizionerai i punti luce: più intensi sul piano di lavoro, d’atmosfera sul tavolo da pranzo.

  3. Usalo per l’open space

    Sappiamo che una delle sfide di arredare cucina e soggiorno open space è quella di renderli due ambienti armonici tra loro, ma senza creare divisioni troppo nette. Giocare con i colori è un modo molto semplice per creare degli stacchi tra uno spazio e l’altro, e scegliere diverse sfumature di tortora può fare al caso tuo. Ad esempio, piastrelle tortora per la zona cucina e un parquet in questo colore per la zona televisione.

Suggerimenti:

Cucina grande o piccola, quadrata, open space… abbiamo pensato a soluzioni, arredi e colori per tutte le tipologie. Non ti resta che sfogliare le nostre guide della sezione “Cucina“!

banner lifestyle