Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

ristrutturare cucina

Sei stanco della tua cucina? Vuoi ristrutturarla ma non sai da dove iniziare? Qui troverai gli spunti e i consigli giusti per ristrutturare la tua cucina, senza doverla cambiare completamente. La voglia di rinnovare gli ambienti di casa dopo un po’ di anni, diventa quasi un bisogno fisiologico, perché cambiano le tendenze di arredo, cambiano i nostri gusti e le esigenze. La cucina, essendo l’ambiente più vissuto della casa, deve essere un ambiente confortevole, pratico e che ti piaccia, ma questo non vuol dire sostituirla con una nuova. Concepisci il tuo progetto per rinnovare lo stile della cucina, ma anche e soprattutto per sfruttarne al meglio lo spazio e migliorarne la funzionalità.

3 aspetti da tenere in considerazione

Prima di ristrutturare la tua cucina tieni presente questi punti e inizia a pensare agli interventi che vorrai mettere in atto:

  1. Ristrutturare una cucina può essere piuttosto dispendioso, quindi il primo punto che devi valutare è sicuramente il budget. Devi chiederti: “quanto posso spendere?” “In che misura voglio intervenire sulla cucina?” Partendo da questo punto avrai due opzioni: se non hai problemi di budget puoi cambiare tutto o intervenire in maniera definitiva e drastica sulla struttura, altrimenti se il tuo budget a disposizione è limitato puoi apportare delle modifiche e migliorie che non richiedono un intervento smisurato.
  2. Esegui un rilievo e valuta lo spazio: se vuoi cambiare la disposizione della tua cucina, valuta attentamente la collocazione di porte, finestre, attacchi del gas e dell’acqua e le prese di corrente a cui attaccare gli elettrodomestici. Tieni presente il famoso “triangolo di lavoro” ovvero le tre zone funzionali della cucina dove cuocere, lavare e preparare il cibo che non dovrebbero essere distanti più di 6 metri. Posiziona la lavastoviglie sotto al lavello o poco distante da esso in modo da facilitare la pulizia e il carico dei piatti, e il frigo lontano dal forno e dal piano cottura.
  3. Definisci lo stile: dai un’anima alla tua cucina che ti corrisponda. Che sia classica, moderna, country, shabby chic, vintage, la tua cucina deve saper raccontare molto di te. Valuta con attenzione materiali, finiture, colori, disposizione e struttura dei pensili, materiale del top ed elettrodomestici.

Idee per ristrutturare la cucina spendendo poco

Ristrutturare la cucina può essere un investimento considerevole, per questo puoi pensare ad un restyling che porti una ventata di novità della cucina senza spendere una fortuna. Spesso dei piccoli ma accurati interventi possono dare carattere e nuova vita ad una vecchia cucina.

Intervenire sui pensili o il top

Se il colore e lo stile della tua cucina ti ha stancato, uno dei modi meno invasivi per cambiare cucina è modificare i pensili attraverso una verniciatura o laccatura delle ante. Puoi laccare la tua cucina in legno, ad esempio, con un bel colore acceso o pastello o scegliere il total white se vuoi ottenere un effetto moderno e luminoso.

Un’altra soluzione è cambiare completamente le ante della tua vecchia cucina, con altre nuove senza cambiare la struttura e le scocche. Anche le maniglie, che sembrano un dettaglio trascurabile, possono essere un elemento da considerare per un cambio di stile alla tua cucina.

Oltre ai pensili, puoi intervenire anche sul top della tua cucina, usurato e rovinato dal tempo, considerando tra le proposte più diffuse: pietra, marmo, legno, laminato, granito, quarzo, dekton, e acciaio inox. Prendi in considerazione un materiale di qualità e resistente all’acqua e all’usura del tempo.

Per una cucina di dimensioni ridotte, sfrutta al massimo i pensili, salendo verso l’alto, inserisci mensole, scaffali a vista, portaspezie e binari in metallo su cui appendere tazze, pentole e utensili, ma fai attenzione all’ordine.

Cambiare gli elettrodomestici

A volte cambiare gli elettrodomestici può essere il miglioramento giusto per ristrutturare la tua cucina e una scelta intelligente in termini di risparmio energetico. Che ne dici di un nuovo frigorifero freestanding, di design di un colore acceso? Punta tutto sul colore e abbina il frigorifero con gli altri elettrodomestici come macchina del caffè, tostapane e robot da cucina. Finisci con un tocco moderno, disponendo dei bei barattoli a vista, tovagliette, presine e strofinacci abbinati. La tua cucina non sembrerà più la stessa.

Rivestimenti alle pareti

Abbandona le vecchie piastrelle da cucina e fai spazio alle nuove proposte. Tante sono le soluzioni che puoi vagliare per ottenere un effetto estetico di grande impatto visivo. Scegli tra:

  • le cementine o piastrelle idrauliche
  • pittura impermeabile
  • microcemento
  • pannello in pietra naturale o ricostruita
  • carta da parati da cucina, impermeabile

Un ultimo consiglio che vogliamo darti è quello di cambiare colore alle pareti, magari optando per quella tinta che hai sempre pensato, ma non hai mai avuto il coraggio di applicare. Considera sempre i colori della cucina e della zona living, se lo spazio è condiviso.

Illuminazione in cucina

Anche l’illuminazione può fare la differenza. Ricordati innanzitutto di facilitare il più possibile la luce naturale, quindi opta per delle tende bianche che lasceranno filtrare la luce e ti daranno un effetto più ampio. Posiziona le luci in modo che il piano lavoro e il tavolo siano ben illuminati e fruibili.

Una gallery per ispirarti

Ora che ti abbiamo fornito tanti spunti e consigli pratici, puoi iniziare i lavori!

Se sei in cerca di altre idee per arredare la cucina, dai un’occhiata alla categoria “Arredamento cucina“: troverai tanti spunti creativi!

banner arredamento