Arredare salotto e sala da pranzo insieme

Non sempre l’open space è una scelta: a volte è un modo per fare di necessità virtù e per rendere accoglienti gli ambienti più piccoli. Quando c’è la necessità di arredare salotto e sala da pranzo insieme, ad esempio: l’obiettivo è salvare la praticità, senza nulla togliere all’estetica. La scelta dei mobili e dei complementi, così come l’orientamento in fatto di colore e di illuminazione, è essenziale per creare continuità e armonia. Segui i nostri consigli per progettare il living e la zona pranzo: scopri come creare un microcosmo – o un grande open space – rilassante, funzionale e bello da vivere.

Creare spazi funzionali

Nelle case contemporanee, la gestione degli spazi spesso diventa fluida e i confini tra gli spazi tendono a confondersi. È il caso del living che in molti casi diventa un ambiente unico composto da area relax e sala da pranzo, accogliendo anche la cucina. Questa scelta può essere dovuta alla metratura ridotta – come nel caso di un monolocale – o dalla volontà di rendere lo spazio più arioso ed aperto, magari abbattendo una parete non portante.  

Avendo a disposizione un unico spazio da dividere tra area relax e sala da pranzo è importante pensare alla funzionalità di ogni elemento. Per creare uno stacco fra i diversi ambienti puoi ricorrere a un mobile libreria: l’ideale è scegliere una scaffalatura bassa, per non interrompere visivamente gli spazi. Il risultato, inoltre, sarà migliore alternando libri e complementi come cestini, vasi, portapiante e soprammobili decorativi. In alternativa puoi collocare una madia, una vetrinetta bassa, una cassapanca o una credenza per rendere evidente la divisione funzionale fra gli spazi. Per separare gli ambienti basta anche posizionare ad arte il divano, enfatizzando magari la zona salotto con un bel tappeto.

Suggerimenti:

Dare continuità stilistica

Anche lo stile è molto importante. Mixare stili diversi può essere divertente, ma l’ideale è scegliere un riferimento coerente per arredare il salotto e la sala da pranzo insieme. Hai in mente una zona pranzo dal design rustico e un salotto dall’anima moderna e hi-tech? Meglio scegliere: creare due ambienti vicini con personalità diverse è un esperimento rischioso. Cerca di puntare su un’estetica uniforme per le scelte d’arredo più impegnative come mobili, tavoli e divano: ad esempio, puoi lasciarti guidare dall’intramontabile stile shabby. Se ami l’eclettismo, puoi riservarlo alla scelta dei complementi d’arredo. Lo sapevi che anche le piante possono tornare utili per arredare salotto e sala da pranzo insieme? Immagina, ad esempio, di suddividere le zone con una grande fioriera separé da interni, disseminando qua e là dei vasi più piccoli per richiamare l’elemento vegetale.

Attenzione ai colori

Per creare continuità fra le aree del living è essenziale scegliere un filo conduttore anche dal punto di vista cromatico. Quali tonalità scegliere e che uso fare del colore per arredare salotto e sala da pranzo insieme? Per prima cosa ti consigliamo di scegliere un colore dominante, puntando su una tonalità “leggera” e versatile. Ad esempio, il grigio cemento chiaro o il bianco burro. Questo diventerà il punto di riferimento per la scelta dei mobili: cucina, tavolo, scaffali, mobiletti contenitori e così via. A questo punto puoi arricchire la palette con una seconda nuance – ad esempio il grigio ardesia – che formerà un secondo “tema” cromatico. Puoi utilizzarlo per i ripiani, il salvaschizzi della cucina, itappeti, le lampade e così via.

Ovviamente, nessuno vieta di giocare con le tonalità calde, come l’effetto legno naturale. Molto dipende anche dalla pavimentazione che gioca un ruolo determinante dal punto di vista estetico. Dopo aver creato la struttura di fondo, puoi ricorrere a un colore più vivace – come il turchese o il verde menta – per creare una serie di rimandi cromatici all’interno del living. Consideralo la tua bussola per la scelta dei tessili, dei complementi e dei dettagli d’arredo. Senza rinunciare alle variazioni sul tema: lo schema che abbiamo descritto serve per orientarti a grandi linee, senza nulla togliere al tuo buon gusto e alla capacità di valutare d’istinto le scelte migliori per arredare il living.

L’importanza dell’illuminazione

Anche la giusta illuminazione è fondamentale per valorizzare lo spazio a disposizione. Anzitutto, presta attenzione a quella naturale! Preferibilmente, colloca il tavolo da pranzo di fronte a una grande finestra ed evita i raggi del sole diretti nella zona tv. Quanto ai punti luce artificiali, se l’ambiente non è molto grande puoi optare per le plafoniere bianche: una scelta discreta, ma sempre valida per arredare salotto e sala da pranzo quando lo spazio è “micro”. Per movimentare l’illuminazione puoi puntare su una lampada a stelo e su applique e faretti. All’opposto, puoi decidere di posizionare una lampada a sospensione scenografica sopra il tavolo da pranzo o sopra il tavolino in salotto: ad esempio, una lampada intrecciata in bambù per sottolineare il carattere naturale ed eco-chic dell’arredo.

Suggerimenti:

Vuoi rinnovare questo spazio conviviale in cui goderti pranzi e cene in compagnia? Lasciati ispirare dai nostri articoli dedicati alla “Sala da pranzo“, troverai consigli utili e guide pratiche!

banner arredamento