soggiorno scandinavo

Il soggiorno scandi style è, per definizione, un rifugio intimo e accogliente dove sentirsi coccolati. L’ambientazione ideale per rilassarsi in solitudine – magari in compagnia di un buon libro – o per sperimentare il piacere della convivialità, sempre in modo rilassato. Il comfort è protagonista, enfatizzato da forme lineari e da materiali naturali. Le tinte tenui, il design minimalista e l’abbondanza di luce trasformano il living in un’ambientazione soft e riposante. Ecco come appropriarsi di questo concetto di equilibrio e naturalezza e ricreare un soggiorno scandinavo.

Le caratteristiche dello stile nordico

Lo stile scandinavo può essere sintetizzato col termine danese Hygge, da pronunciarsi “hue-gah”: ovvero, con la sensazione di comfort e benessere che dona uno spazio accogliente, dove sentirsi protetti e in perfetta armonia con se stessi. Questa percezione deriva anche dall’eliminazione del superfluo: stile nordico, infatti, fa rima con minimalismo. L’invito alla sobrietà è proprio del Lagom, la filosofia svedese che invita ad accontentarsi del giusto – in tutti gli ambiti, dal cibo all’arredamento – e a circondarsi di poche cose, belle e sostenibili. Il design asseconda la funzionalità. Infatti, gli elementi d’arredo si caratterizzano per le forme semplici e ben calibrate che trasmettono un senso di ordine e di pulizia. Le geometrie nette convivono con le linee fluide, favorendo il relax e il riposo. Ma più in concreto, come si arreda il soggiorno scandinavo?

Quali mobili scegliere?

Come abbiamo visto il soggiorno scandinavo è un ambiente ordinato e ben organizzato, capace di coniugare funzionalità e bellezza. La prima regola è inserire una quantità limitata di mobili e di accessori, per non tradire l’ordine e l’essenzialità propri dello stile nordico. Il soggiorno si sviluppa intorno ad ampie sedute, fra cui divani angolari in tessuto, poltrone di design, sedie a dondolo e chaise longue. A sua volta il divano si circonda di pouf a maglia, tavolini da caffè, mobili bassi e panche che all’occorrenza si trasformano in pratici contenitori.

Dominano i mobili salvaspazio, non solo per alleggerire la stanza e mantenerla il più possibile sgombra, ma anche, molto spesso, per ottimizzare un salotto piccolo, ricavando centimetri utili per collocare l’angolo ufficio in soggiorno. Le pareti sono attrezzate con mensole, librerie a cubo e scaffali a vista, personalizzati con pochi oggetti ben distribuiti, facendo sempre attenzione a evitare i colori sgargianti.

Suggerimenti:

Materiali e colori

Lo stile scandi privilegia i colori tenui che alleggeriscono l’ambiente e donano luminosità alle stanze: a cominciare dal bianco, passando per il beige, la scala dei grigi e le tonalità naturali e pastello. Molto indicato anche il giallo curcuma, così come il verde, il cipria, il blu, l’azzurro carta zucchero e gli arredi con geometrie black & white.

Fra i materiali irrinunciabili per il soggiorno scandinavo c’è il legno chiaro, naturale o sbiancato, insieme alle fibre naturali. Meno spiccata la presenza del metallo che ricorre nei dettagli delle lampade e delle sedute, nei telai dei tavolini e degli scaffali. Le forme sono organiche, così come tessuti: un plaid in cotone o lana merino è ideale per affrontare i rigori dell’inverno, magari davanti a un bel caminetto. Cuscini in velluto e lino, dalla foggia rotonda o quadrata, e morbidi tappeti a pelo lungo contribuiscono alla sensazione di relax.

Suggerimenti:

L’importanza della luce

L’illuminazione è molto importante per ricreare la sensazione di benessere tipica del soggiorno scandinavo. L’ideale è poter disporre di porte finestre, grandi vetrate o di una veranda affacciata sul terrazzo o sul giardino, per godere tutto l’anno di una buona quantità di luce luce naturale: un requisito essenziale nei paesi nordici, dove gli inverni sono rigidi e bui. In mancanza di queste caratteristiche è possibile sopperire con le scelte d’arredo.

La prima soluzione, come abbiamo visto, è offrire ampio spazio al bianco e alle nuance chiare. In aggiunta, puoi puntare sugli specchi per donare luce all’ambiente. Non sottovalutare l’impatto estetico del pavimento: i rivestimenti scuri sono poco indicati per il soggiorno scandi che, al contrario, privilegia il parquet naturale o il gres chiaro. Quanto alle pareti, oltre al bianco puoi optare per tonalità molto chiare e pastello. Rigorosamente chiare devono essere anche le tende, meglio ancora se a pacchetto.

Suggerimenti:

Decorazioni: poche, ma importanti

Quali decorazioni scegliere per un soggiorno scandinavo coerente in tutti i dettagli? Ecco qualche esempio di complemento in linea con questo stile.

Abbiamo accennato all’importanza della luce: anche le candele possono contribuire a creare un’atmosfera rilassata e soffusa, insieme alle lampade a stelo sottile. Una grande lampada ad arco, o uno specchio poggiato al pavimento, è sufficiente per dare personalità alla stanza, insieme a piccoli dettagli come vassoi decorativi e cesti di vimini. Oltre agli specchi puoi optare per le stampe incorniciate, da appendere al muro o da disporre sulle mensole fra libri e soprammobili.

Via libera anche alle decorazioni in ceramica e in vetro – come vasetti e campane trasparenti – e ai tessili in fibre naturali, fra cui teli e cuscini oversize, caratterizzati da federe arredo tinta unita o decorate con geometrie e fantasie color pastello. Per vivacizzare un soggiorno scandinavo – specie in versione total white – non possono mancare, infine, le piante, accomodate sui ripiani o sistemate all’interno di portavasi pensili.

Suggerimenti:

Sei in cerca di nuovo stile per il tuo living? Nella nostra sezione dedicata al “Soggiorno” trovi tante idee e suggerimenti adatte a tutti i gusti e le esigenze!

banner lifestyle