legno chiaro

Le sfumature più chiare del legno sono di grande effetto, dal tocco caldo e delicato. Splendido al grezzo, acquista eleganza con le finiture sbiancate, antichizzate e decapate con sfumature che vanno dal grigio cenere all’avorio fino al bianco ghiaccio. Il legno chiaro conquista anche in versione spazzolata – per un tocco rustico ricercato che valorizza nodi e venature –, senza trascurare i materiali simil legno e la versatilità del gres porcellanato. Vediamo una panoramica delle essenze più belle e richieste per l’arredo da interni.

Le migliori essenze di legno chiaro

Per gli amanti del legno chiaro, il ventaglio di soluzioni d‘arredo è piuttosto ampio, spaziando dal massello al truciolare nobilitato. Ecco qualche esempio di materiale versatile e interessante sotto il profilo estetico.

Abete bianco

Il legno di abete si distingue per il colore molto chiaro e per l’aspetto nodoso. È fra le essenze più utilizzate in assoluto per i mobili in stile rustico. Una varietà più pregiata è l’abete rosso – di colore bianco giallino che tende al miele con la stagionatura –, superiore dal punto di vista tecnico. Fra i vantaggi dell’abete bianco, spesso impiegato anche per la realizzazione di pavimenti, ci sono la buona lavorabilità e il costo accessibile.

Acero

Leggermente più scuro dell’abete, il legno di acero conquista per le sfumature rosate e per la lucentezza del legno lavorato: la superficie finita assume un aspetto liscio, lucido e setoso. Il colore delicato e le magnifiche venature lo rendono un materiale di grande impatto estetico, coniugato a buone prestazioni: oltre ad essere molto decorativo, l’acero si caratterizza per la spiccata durezza e resistenza. È impiegato anche per i mobili pregiati e per i lavori di ebanisteria, oltre che per i pavimenti in legno assicurando un buon rapporto qualità prezzo.  

Faggio

Il colore del legno di faggio spazia dal bianco al biondo chiaro con sfumature rosate e talvolta rossicce. La tonalità varia in base alla luce che evidenzia le caratteristiche venature. È considerato un materiale molto versatile, adatto per gli usi più disparati, fatta eccezione per gli arredi outdoor data la sua scarsa resistenza all’umidità e ai parassiti. Viene impiegato, fra le altre cose, per la costruzione di sedie, librerie, cassettiere e cucine componibili.

Come usare il legno chiaro in casa

Il legno chiaro è un materiale pregiato che sa donare calore a ogni tipo di ambiente, inclusi gli appartamenti di metratura ridotta. Le tonalità tenui e delicate conferiscono luminosità anche alle stanze più piccole, creando ambientazioni accoglienti dal look naturale. Ecco qualche suggerimento stanza per stanza.

Soggiorno

Fra gli stili che si armonizzano bene col legno chiaro c’è il mood nordico: tavolini, credenze, mensole e librerie sono l’ideale per un soggiorno sobrio, giocato sull’essenzialità e sulle nuance tenui e luminose. Il bianco e il grigio chiaro sono fra i colori irrinunciabili da abbinare al pavimento in legno e ai complementi d’arredo e alle lampade di ispirazione scandinava.

Cucina

Il legno chiaro è sempre una garanzia in cucina. Basi, pensili, ante e ripiani possono essere realizzati in acero, abete e altre essenze che acquistano personalità diverse in base al tipo di finitura. Un esempio calzante è il rovere sbiancato, fra le opzioni più richieste grazie al suo tocco glamour e raffinato.

Camera da letto

Noce biondo, pino, olmo, faggio e rovere sono tutte opzioni valide per la camera da letto. Nella stanza dedicata al riposo, l’effetto del legno chiaro è discreto e rasserenante: anche qui i colori più indicati sono quelli soft come il crema, il tortora, l’avorio e il color polvere.

Bagno

Ante, ripiani e armadietti per il bagno devono rispettare un criterio di praticità: ciò non significa rinunciare al fascino del legno chiaro, ma semplicemente scegliere il materiale più adatto, appositamente trattato per resistere al contatto con l’acqua. Come il massello di castagno, protagonista di splendidi arredi di fabbricazione artigianale.

E per i pavimenti?

Come abbiamo visto, il legno chiaro è un’ottima scelta per donare leggerezza agli ambienti e per far sembrare più ariosa una stanza un po’ piccola. Per moltiplicare questo effetto puoi ricorrere al parquet in legno chiaro. Fra le essenze più fascinose c’è il rovere, indicato anche per la camera da letto grazie al suo aspetto elegante. Oltre al legno naturale puoi optare per altre finiture come il rovere decapato, spaziando tra diverse nuance e finiture lisce o spazzolate. Ottime alternative sono anche il faggio, l’acero e il frassino. Senza trascurare opzioni più particolari – come il teak chiaro – e il gres porcellanato effetto legno che consente di imitare qualunque tipo di essenza.

A proposito di rivestimenti: il legno chiaro può essere usato anche per decorare le pareti, ad esempio in soggiorno per rendere più accogliente l’angolo lettura. Scegliendo i prodotti più innovativi, l’applicazione diventa molto semplice: i pannelli murali adesivi in legno chiaro consentono di ottenere un ottimo risultato estetico senza troppe difficoltà dal punto di vista tecnico.

Pensi che il legno chiaro non si sposi bene con lo stile della tua casa? Nessun problema: nel nostro articolo dedicato ai “Tipi di legno” puoi trovare consigli e suggerimenti che ti guideranno nella scelta: lasciati ispirare!