Modernità e tradizione, dettagli di design e tocchi di colore. Entra insieme a noi nella casa di Chiara Maci, un’oasi di bellezza a sua immagine e somiglianza: viva, vissuta, complessa.

Ho sempre amato le case piene di vita, che raccontano una storia. Sono cresciuta in luoghi diversi, ho vissuto vite diverse e volevo che La Casa raccontasse il mio percorso. Mi sono ispirata al mio vissuto, alle scoperte fatte negli anni, agli incontri che mi hanno insegnato qualcosa.

Chiara Maci

Una casa piena di personalità

“Non ho mai amato la casa “showroom”, perfetta e con poca anima. Preferisco sporcarla con il mio gusto, con i pezzi dei mercatini, le ceramiche della mia infanzia e i giochi dei miei figli, che mi ricordano ogni giorno quali sono le priorità. Non sono gli oggetti in sé a legarmi a loro, ma le storie che hanno. C’è il servizio di piatti di zia Adele, che mi ricorda i pranzi in famiglia, da bambina; la poltrona senape, che mi ricorda l’apertura del ristorante di Filippo; i quadri in camera di Bianca, che mi ricordano gli anni in cui vivevamo sole io e lei, l’esperienza più bella e complessa della mia vita.”

Relax all’aperto

“Il terrazzo è un piccolo bosco cittadino dove, grazie alla cucina esterna, vivo gran parte dei mesi estivi. Essenziale: un tavolo lungo dove apparecchiare e ospitare più persone possibili e una ricetta facile e golosa, come i fiori di zucca ripieni di ricotta di bufala e gamberi freschi.”

Cucinare insieme

“Mi capita spessissimo di cucinare insieme ai bambini e ci divertiamo un mondo. Loro imparano a mescolare insieme ingredienti diversi e io imparo da loro che, a volte, il disordine e il caos sono indispensabili per divertirsi insieme.”

“Amo la cucina e avrei sacrificato un’altra stanza per darle ancora più spazio. È qui che io e i bimbi passiamo la maggior parte delle nostre giornate. Io cucino sempre, loro fanno i compiti, giocano, colorano, impastano con me. È il nostro piccolo mondo.”

“Non potrei stare senza il doppio piano cottura, induzione e gas. E un frigorifero gigante da poter riempire come piace a me. In casa si parla, si discute, ci si ritrova, si crea il proprio spazio e si impara a condividere quello comune. Viaggiando tanto, è ancora più importante. È il mio luogo sicuro, il luogo dove voglio sempre tornare.”

Mise en place d’effetto

“Mi piacciono le tavole semplici, arricchite di dettagli che dicono qualcosa. Può essere un centrotavola, un segnaposto, un decoro – che racconti il tema della serata o qualcosa di me. I servizi di piatti sono la mia ossessione, mi piace mixarli per creare una tavola d’impatto. E poi il colore. Amo il colore.”

La casa del futuro

Con la mia passione per i traslochi – ne ho fatti 10 – la mia casa del futuro potrebbe arrivare a breve. Sicuramente sarà una cascina, sarà in campagna e avrà un orto. Magari anche una vigna e tanto spazio verde da dimenticarsi dove ci si trova precisamente.

Chiara Maci

Ti è piaciuta la casa di Chiara Maci? Scopri tante altre bellissime location leggendo le nostre “Storie di case” e lasciati ispirare!

Copia lo stile di Chiara Maci: