THE WESTWING COLLECTION DAYS: FINO AL -50% SU OLTRE 1.000 PRODOTTI!

Iscriviti ora e ricevi un buono regalo da 15€!
stile minimalista arredamento

Il movimento del minimalismo è eterno e moderno allo stesso tempo. Strutture chiare, forme grafiche, colori tenui e decorazioni semplici creano un’atmosfera tranquilla e ordinata. Il minimalismo non è solo un modo per arredare casa, ma è un vero e proprio stile di vita. Non avere paura di pareti vuote e colori spenti: un interno minimalista vive di riduzioni, ma non è per niente né impersonale né scomodo. Scopriamo come progettare uno spazio libero dal superfluo e funzionale.

Cosa vuol dire arredamento minimal?

Il minimalismo nasce, come tantissime altre correnti di stile, dall’arte: infatti è il frutto della ribellione di alcuni artisti alle forme stravaganti, i colori accesi e gli spazi disordinati tipici della pop art. La corrente passa anche per la letteratura. Testi semplici, senza vezzeggiativi o giri di parole. Ed è proprio questo il vero senso del minimalismo: andare dritti al punto. Si rimuove il superfluo, si valorizza ciò che è ritenuto importante e si eliminano le distrazioni. In questo modo, i minimalisti vivono una vita più equilibrata, ricca di esperienze e povera di oggetti materiali.

Nell’arredamento e nel design, il minimalismo è incarnato da forme semplici e dritte, colori neutri mescolati al nero e materiali leggeri. Si tende a non prendere in considerazione oggetti puramente decorativi, ma tutto deve avere un senso e un utilizzo spesso anche pratico. Più importante ancora: tutto ciò che abbiamo in casa ci deve portare gioia. Infatti il minimalismo è prima di tutto ordine mentale ed equilibrio delle emozioni.

Un esempio: se il cimelio ereditato dalla nonna ci fa sentire bene, non dobbiamo eliminarlo solo perché non ha un utilizzo pratico, ma possiamo inserirlo nel progetto del nostro soggiorno minimal.

Mobili da cui partire per uno stile minimalista:

Cosa NON è il minimalismo

Non devi pensare al minimalismo come la totale eliminazione di ogni oggetto presente nella tua vita. Non devi buttare via tutti i tuoi vestiti e vivere con tre magliette, un paio di pantaloni e un paio di scarpe. Il centro del minimalismo è essere felici con quello che si ha, senza accumulare oggetti inutili e di scarso valore.

5 consigli per arredare in stile minimalista

  1. Elimina gli elementi inutili
    Less is more, giusto? L’eliminazione degli elementi inutili è il primo passo verso una casa minimalista. Passa quindi da una stanza all’altra e sistema le cose di cui non hai più bisogno. “Creare spazio” è la chiave del successo per un minimalista. Per altri spunti sul tema decluttering, leggi la nostra guida dedicata al decluttering.
  2. Meno colori e meno forme
    Nel minimalismo non c’è spazio per grandi tappeti orientali, cornici opulente o sculture. Attieniti a elementi semplici, ma non avere paura di combinare forme diverse. Quando si tratta di motivi e decorazioni, è meglio attenersi a colori chiari e neutri come il beige, il grigio chiaro e il bianco. Vuoi accentuare un’area specifica di una stanza? Lavora quindi con tessuti diversi, anziché colori.
  3. Piante e decorazioni minimaliste
    Nonostante lo stile d’arredo minimalista, non devi rinunciare alle piante. Infatti, la purezza che emanano le piante si sposa benissimo con i principi del minimalismo. Invece di un mare colorato di fiori, dovresti attenerti a semplici piante verdi come piante sempreverdi, cactus o succulente che forniscono un carattere naturale alla tua casa. Scegli decorazioni monocolore come vasi neri, cuscini in tessuto a tinta unita, candele semplici.
  4. Materiali naturali
    Un minimalista è spesso anche amante della natura. Per portare la giusta atmosfera nella tua casa minimalista, scegli mobili e accessori in materiali naturali. Legno, iuta e rattan ti aiutano a portare la serenità in casa tua, senza materiali freddi come l’acciaio o il marmo.
  5. Prodotti di qualità
    Assicurati di acquistare mobili e accessori di qualità, che possano durare nel tempo. Minimalismo significa anche ridurre al minimo gli sprechi: scegli magari la versione un po’ più costosa di un oggetto, ma che sai di non dover buttare tra un anno causa usura.

Forme sinuose per dare movimento:

Non solo nero: arreda in stile minimal anche con il bianco e il legno

Ricrea il look del video con i nostri mobili…

… e i nostri accessori

Idee per un soggiorno minimal

Il divano componibile, specie nelle versione angolare con penisola, sedute staccabili e pouf, è il re indiscusso del soggiorno minimalista. Intorno al divano trovano posto tavolini da caffè in legno o metallo, insieme a comode poltrone in tessuto o in similpelle: perfette quelle dotate di gambe in metallo nero per alleggerire la seduta.

Anche la parete TV sceglie la leggerezza. Opta per delle nicchie con mensole o per degli scaffali destrutturati, verniciati di bianco per mimetizzarsi alle pareti. In alternativa, puoi scegliere delle librerie in legno e metallo che, al contrario, esibiscono la propria silhouette.

Per i piccoli spazi investi sui mobili salvaspazio, come tavolini estraibili e divani trasformabili. Non tralasciare le credenze in metallo dotate di cassetti, dove riporre tutto il necessario senza affollare l’ambiente di troppi oggetti.

Se il soggiorno si inserisce in un open space con la cucina e la zona pranzo, puoi impiegare come divisorio un tavolo lungo e stretto che fungerà anche da banco bar. Basterà corredarlo di sgabelli – e, magari, di un set di lampade a sospensione – per creare una zona pratica e accogliente, dove fare colazione o dove condividere l’aperitivo con gli amici.

Il minimalismo non fa per te, ma non sai quale stile scegliere per la tua casa? Leggi le nostre guide dedicate agli “Stili di arredamento” e lasciati ispirare!