Cameretta maschio e femmina insieme

È una situazione molto comune: due figli, un maschio e una femmina, e una sola cameretta da condividere. In questi casi bisogna giocare d’astuzia e votare lo spazio alla funzionalità senza però mortificare l’estetica. Quest’ultima, poi, dovrà necessariamente riflettere il gusto e la personalità di entrambi, così da dar vita a un ambiente in cui i tuoi figli possano trovarsi a proprio agio. Continua a leggere se vuoi scoprire i trucchi e i consigli di home decor perfetti per progettare una cameretta per maschio e femmina condivisa bella e funzionale. 

Quali sono i problemi di una cameretta condivisa maschio e femmina? 

Quando i figli sono due e la stanza è una sola, le problematiche da affrontare possono sembrare a prima vista insormontabili. Una cameretta condivisa per un maschio e una femmina va infatti incontro a diverse problematiche che, per amor di sintesi, ti elenchiamo qui sotto. La buona notizia, però, è che a ogni problema corrisponde una soluzione, e anche di grande valore estetico! 

Creare ambienti separati con uno spazio limitato 

Siamo di fronte a una problematica tipica delle case moderne. Le nuove costruzioni, infatti, sono spesso caratterizzate da spazi limitati, soprattutto per quanto riguarda la zona notte. La cameretta, poi, non di rado è la stanza più piccola della casa. La necessità, in questo caso, è quella di creare ambienti separati, anche solo stilisticamente, in un ambiente dallo spazio decisamente ridotto. In questo caso, come vedremo più avanti, ci si può affidare a stratagemmi estetici ma anche a idee salvaspazio votate sia all’anima multifunzionale della cameretta che alla diversa personalità del tuo bimbo e della tua bimba.

Metti in ordine con Westwing:

Il bisogno di privacy 

A complicare la progettazione di una cameretta condivisa fra un maschio e una femmina può mettersi di mezzo anche l’età. La differenza di anni fra i tuoi figli potrebbe essere notevole e questo rappresenta un problema. Le esigenze di uno non corrispondono a quelle dell’altra, e viceversa. L’esigenza, in questo caso, è quella di progettare un ambiente in cui entrambi si sentano “protetti” e, soprattutto, a proprio agio. Anche in questo caso le soluzioni, a prova di privacy, non mancano: in caso di una cameretta piccola nessuno avrà a disposizione ampi spazi, ma entrambi potranno disporre di tutto ciò che serve per passare un’infanzia e un’adolescenza serena. 

Gli spazi per lo studio 

Lo abbiamo detto poco fa: la cameretta è, per vocazione, uno spazio polifunzionale. Siamo in una stanza dedicata al riposo, ma anche ai momenti di gioco e, da una certa età in poi, allo studio. Avere una stanza in cui giocare e studiare favorisce l’autonomia dei piccoli ed è necessario non tradire la doppia anima di questo ambiente. Quando progetti una cameretta condivisa fra un maschio e una femmina, quindi, devi anche tener conto di questo aspetto, trovando un angolo in cui disporre di scrivanie e sedie. 

Suggerimenti:

Alcune soluzioni per dividere gli spazi di una cameretta 

Elencare tutte le problematiche da affrontare quando si progetta una cameretta condivisa fra un maschio e una femmina serve principalmente a far ordine, così da avere una visione di insieme degli ostacoli da superare: affrontarli, con calma e giudizio, uno alla volta, consente di non andare nel panico e dar vita a un ambiente bello e funzionale che abbia al suo interno tutto ciò di cui i tuoi bambini hanno bisogno. Ecco allora qualche utile consiglio d’arredo, anche salvaspazio

Dividi visivamente le pareti con i colori e la carta da parati  

Un modo per dividere lo spazio in modo gradevole è quello di affidarsi a tonalità diverse. Quando si parla dei colori della cameretta, infatti, nulla vieta di pensare a soluzioni ad hoc per ogni bambino che la abita. Questo consente di dar vita ad ambienti contigui ma concettualmente separati in cui il tuo bimbo e la tua bimba possano ritrovarsi e sentirsi a proprio agio. E non stiamo parlando dei classici rosa e azzurro, oggi ampiamente superati. Certo, nulla ti vieta di utilizzarli (soprattutto se ami gli stilemi classici dell’arredo), ma puoi anche spaziare fra tonalità inconsuete, a contrasto, in color block o in continuità. Chi desidera più un effetto wow, invece, può puntare tutto sulla carta da parati

Nella stanza dei bambini, infatti, la carta da parati è perfetta: le decorazioni fra cui spaziare sono tantissime e molte di queste sono dedicate anche all’infanzia. Puoi pensare di dividere gli spazi con colori e decorazioni diverse: animali della giungla da un lato e quelli della fattoria da un altro; fiori e piante nella parte dedicata alla tua bambina e stelle e pianeti in quella del tuo bambino; palloncini a destra e mongolfiere a sinistra, e così via. 

Il solo consiglio che ti diamo, soprattutto in caso di una cameretta dalla metratura ridotta, è quello di scegliere colori chiari, perfetti per aumentare – almeno visivamente – la spazialità, aggiungendo altresì luminosità alla stanza. 

Fatti ispirare dalle nostre carte da parati:

Sfrutta le decorazioni da parete 

Se l’idea di usare colori diversi o carte da parati differenti all’interno della stessa stanza non è di tuo gusto, un modo per dividere – almeno visivamente – la cameretta dei tuoi bambini è quello di utilizzare le decorazioni da parete o i quadri per cameretta, da appendere e installare su un muro dipinto in una tonalità neutra. Ecco qualche idea carina: 

  • Ghirlande luminose: le puoi scegliere di tipo diverso e applicarle sulla parete di pertinenza di ciascun bambino. Oltre ad aggiungere un po’ di atmosfera in più all’interno della stanza, saranno perfette per suddividere equamente gli spazi all’interno della cameretta. 
  • Poster e adesivi personalizzati: sono perfetti per ricalcare gli interessi di ciascun membro della famiglia. Dagli animali alla natura selvaggia, dai personaggi famosi a quelli astratti, scegli un tema per ciascun bambino e la divisione della stanza è fatta. 
  • Applique: torniamo all’illuminazione, perché le applique per la cameretta possono caratterizzare fortemente ciascuna parte di essa. Sceglile a forma di stella per la tua bimba, con base a forma di macchinina per il tuo bimbo. A forma di nuvola per lui, a forma di cuore per lei. E così via. 

Decorazioni e applique firmate Westwing Collection:

Sfrutta i mobili per creare spazi più intimi 

Come dividere la camera dei ragazzi in due spazi indipendenti? Arredo e complementi possono aiutare tantissimo, soprattutto nei casi in cui si tratta di una cameretta condivisa fra un maschio e una femmina. Ad esempio gli armadi possono essere molto utili per dar vita a spazi distinti, ma solo se la metratura lo consente. 

In una cameretta di ampie dimensioni, ad esempio, è possibile dividere la zona dei letti con due armadi messi uno di fianco all’altro, in modo che ognuno dei due bimbi abbia il suo personale guardaroba e, soprattutto, la privacy di cui necessita.  L’armadio, in una stanza più piccola, potrebbe non essere la scelta ideale, ma una libreria bifacciale dalle dimensioni più contenute può farti centrare ugualmente l’obiettivo. 

In entrambi i casi si tratta di una scelta furba, perché pur inserendo un elemento di separazione (più o meno) ingombrante nell’ambiente, la sua conformazione e, soprattutto il fatto che non raggiunga il soffitto in altezza, farà arrivare la luce naturale in ogni angolo della stanza.

Suggerimenti:

Tende e separé 

Qualora le dimensioni della stanza non consentano la presenza di un’armadiatura freestanding a divisione della zona dei letti, sarà possibile affidarsi a soluzioni meno impattanti dal punto di vista spaziale ma sicuramente funzionali dal punto di vista dell’obiettivo finale. 

Fra un letto e l’altro, ad esempio, puoi pensare di mettere un separé che sia lungo tanto quanto i letti: la luminosità della stanza sarà salva e, allo stesso modo, garantirai un po’ di privacy a entrambi i tuoi figli. In alternativa puoi pensare a tende e tendaggi, sicuramente più semplici da aprire e chiudere durante le ore del giorno. Esistono soluzioni a vista che si applicano direttamente sul soffitto e si utilizzano come le classiche tende a pacchetto o a rullo. Sceglile di tonalità adatte allo stile della stanza e il gioco è fatto.

Suggerimenti:

Letti a castello o a soppalco 

Se hai la fortuna di avere una stanza che gode di una discreta altezza, un modo per dar vita a spazi separati all’interno della stessa stanza è quello di scegliere letti a castello (anche sfalsati) o di dar vita a una cameretta a soppalco

In una stanza dalle dimensioni generose, poi, il soppalco è un’ottima idea qualora tu abbia un figlio e una figlia di età molto diverse: questo consentirà loro di avere uno spazio tutto per sé, anche se all’interno di uno stesso ambiente. 

Ci auguriamo che questi consigli possano aiutarti a trovare una soluzione bella e funzionale a un problema piuttosto comune. Se poi cerchi altri suggerimenti per la stanza dei bambini e dei ragazzi, ti consigliamo di dare un’occhiata alla sezione “Camerette”: ti aspettano tanti altri trucchi di home decor!