cucina verde

Il verde, in tutte le sue sfumature, è un colore che regala pace e serenità. Se ti piace, puoi utilizzarlo con successo in cucina e renderla accogliente e personale. In una cucina verde, ti rilasserai in un’atmosfera di calma ed equilibrio e una sensazione di benessere ti accoglierà fin dal mattino, mentre ti prepari la prima tazza di caffè della giornata. Scopri come rendere unico questo ambiente con la nostra guida all’arredamento verde in cucina.

Quale verde scegliere?

Il verde è un colore fresco e allo stesso tempo rilassante, che richiama alla natura. Lo possiamo considerare un colore neutro, a metà tra il caldo e il freddo, e può essere usato sia per creare un ambiente molto luminoso, nelle sue tonalità più chiare, che profondo e che invita alla meditazione, nelle sue tonalità più scure e brillanti. Le sfumature di questo colore sono davvero infinite: si va dal verde chiaro al verde smeraldo fino a toni più decisi come il verde muschio.

Se vuoi arredare una cucina con il verde, devi considerare l’effetto che vuoi dare all’ambiente. C’è differenza, infatti, tra il verde salvia o il verde menta, toni più rilassanti, e un verde più profondo o brillante, che darà energia alla tua cucina.

Se vuoi ricreare in cucina una vera e propria oasi di benessere, il verde è quello che fa per te, per partire con una punta di freschezza e originalità proprio da questo ambiente. E chissà che non sia solo il primo passo per rinnovare con un arredamento fresco e rilassante tutta la casa!

Cucina verde: che stile scegliere?

Una cucina verde ispira benessere, relax, allegria e positività. Ci sono alcuni stili che, più di altri, hanno nel verde uno dei loro colori d’elezione, ma nulla ti vieta di prova a usare dei tocchi di questa tonalità in cucina (ad esempio nei tessili o per alcuni accessori) e testarne l’effetto.

  1. Shabby chic

    Lo shabby preferisce il verde nella sua versione più soft e delicata. Se vuoi ricreare una cucina luminosa e romantica, circondati dei toni più chiari e avvolgenti di verde. Dipingi ad esempio una madia o una credenza in legno decapato in una tonalità di verde salvia, e accostala ad arredi bianchi.

  2. Moderna

    Lo stile moderno e minimal chiede linee nette, pulite, squadrate. Il verde che devi utilizzare per uno stile moderno è deciso e brillante, acceso come un verde smeraldo o scuro come un verde bosco. Via libera all’alternanza di superfici lucide e opache e agli elettrodomestici in acciaio.

  3. Classica

    La cucina classica è caratterizzata da materiali tradizionali come legno e ceramica, da linee aggraziate e ricercate, da tessili in cotone e prevalenza di bianco e colori chiari. Per la cucina classica scegli un verde pastello chiaro, verde prato o verde oliva.

  4. Industriale

    Lo stile industrial richiama colori scuri e materiali come il mattone, i metalli, il legno, la pietra e i dettagli verdi possono bilanciare questo stile forte e deciso. Per la tua cucina in stile industriale scegli mobili verde chiaro, che si sposano con tavoli e sedie in colori scuri e pareti bianche. 

Suggerimenti:

3 idee per utilizzare il verde in cucina

Una cucina total green potrebbe essere un’idea azzardata. Ti consigliamo di partire piuttosto da alcuni dettagli e porzioni dell’ambiente nelle tue sfumature preferite di questo colore per dare una spinta di freschezza e naturalità alla cucina. Ecco tre idee facili e d’effetto.

1. Pareti verdi

Per la cromoterapia il verde è un colore che invita al relax e alla meditazione. Se vuoi inserire in cucina le sfumature del colore che, per eccellenza, rappresenta la natura e che ricorda la campagna e le distese boschive, non devi rivoluzionare da capo tutto l’ambiente: ti basterà dipingere di un color smeraldo una o più pareti della cucina. Abbina le pareti con dettagli verdi per la tua tavola da pranzo: tovaglie o runner, oppure i cuscini delle sedie, anche con fresche stampe botaniche di piante, insetti e farfalle.

2. Utensili e accessori

Anche all’interno dei pensili della tua cucina puoi inserire stoviglie e servizi di bicchieri in questa tinta che, come gemme preziose, non vedranno l’ora di essere esibiti sui fornelli e in tavola. Casseruole in terracotta smaltate e scolapasta e insalatiere in colorata plastica verde lime daranno a una classica cucina bianca e legno una nota accogliente ed energizzante.

3. Le piante

Il verde più naturale che ci sia? Quello delle piante! Ecco che allora, per inserire questo colore in cucina, puoi semplicemente posizionare vasi di piante aromatiche da usare come centrotavola floreale alternativo, che riempirà la cucina di profumi e aromi: basilico, rosmarino, salvia e prezzemolo saranno il poker perfetto per decorare la cucina verde, donandole un tocco di semplice bellezza che ti offrirà anche in casa uno scorcio di naturalità e benessere.

Le possibilità cromatiche con cui arredare cucina e sala da pranzo sono davvero tantissime. Colori caldi o freddi? Saturi o meno saturi? E con quale stile abbinarli? Scopri tutti i nostri consigli nelle guide della sezione “Cucina“.

banner arredamento