Tonalità di verde

Tonalità naturale e rilassante per eccellenza, il verde è ormai entrato di diritto nei colori più usati dai designer d’interni. Sia per la sua capacità di infondere pace e tranquillità, sia per la sua grande versatilità in fatto di abbinamenti e stili in cui inserirlo. Dai verdi più d’effetto, come il verde lime o il verde bosco, a quelli più di moda, come il salvia o il verde menta, scopri le nostre 12 tonalità di verde preferite e leggi i nostri suggerimenti su come usarli in tutta la casa.

Significato del colore verde

Il verde è prima di tutto un colore che richiama la natura e i suoi elementi: ci ricorda boschi profondi, erba appena tagliata, foglie brillanti, muschio, erbe aromatiche… È anche un colore associato al quarto chakra, quello del cuore, e rappresenta l’amore puro e i sentimenti più alti.

È una tonalità che dona calma e tranquillità e usare il verde è consigliato per aiutare a lenire gli stati ansiosi e ridurre lo stress. Agendo sul sistema nervoso, aiuta non solo a infondere pace e armonia, ma se ti circondi di verde aumenti anche la lucidità, stimoli la riflessione e migliori la memoria.
Il verde, quindi, è davvero un colore che favorisce il benessere mentale sotto diversi punti di vista. È per questo che è molto apprezzato per l’arredamento di casa, oltre al fatto che ne esistono infinite sfumature, tutte facilmente utilizzabili e abbinabili. I verdi si sposano bene a moltissime altre tonalità perché si trovano al centro dello spettro dei colori, in più si accostano a tanti materiali diversi e ad ambienti sia classici che moderni.

Quali tipi di verde usare?

Un verde, tanti verdi: se c’è una cosa sicura è che, se ti piace il verde, le possibilità di scelta sono davvero molte. Dai verdi chiari, le tonalità più luminose e rilassanti, ai verdi scuri che ricordano le profondità del bosco e la preziosità di un gioiello, passando per i verdi accesi e i toni più pop, fino ai neutri, la palette più semplice da usare. Ecco quali sono le tonalità di verde più alla moda del momento.

Verde chiaro

Le tonalità più chiare di verde sono calde, accoglienti e adatte a tutti gli ambienti di casa. Sono perfette per creare una camera da letto in cui abbandonarsi al relax, ma anche uno studio in cui rimanere concentrati e affrontare senza stress le difficoltà del lavoro. Hanno la capacità di regalare luminosità anche alle stanze più buie di casa: provali in una cucina poco luminosa, rivestendola di piastrelle verde pastello, o in un bagno cieco, come pittura murale, e vedrai come il verde chiaro ne amplifica immediatamente le dimensioni.

Tra i verdi chiari più apprezzati nell’Interior design ci sono di sicuro il verde menta, tonalità fresca che ricorda un drink ghiacciato e dissetante, e il verde acqua, naturale e leggero. Entrambi si abbinano meravigliosamente a nuance neutre come bianco, nero e grigio, nonché ai colori pastello.

La sfumatura più chic è il verde Tiffany, una tonalità vicina al turchese che prende il nome dalla sfumatura usata nella maison di gioielli. Ogni angolo di casa acquista una preziosità unica se arredato con questo colore, soprattutto accostato al bianco. L’ambiente acquisisce invece un tocco country se scegli un bianco più scuro, come il crema, e mobili di legno anticato.

Una sfumatura di verde chiaro più densa e satura delle altre, forse meno semplice da usare ma di sicuro impatto, è il verde pistacchio. Se vuoi usarlo in casa è importante che gli spazi siamo ampi e dotati di una buona luce naturale. Ottimo se usato in gradazione con altre sfumature di verde per creare movimento, o per dipingere una parete d’accento, come ad esempio quella dietro la testiera del letto o del divano nel soggiorno.

Verde scuro

Il verde nelle sue tonalità più scure ha la capacità di dare una sferzata di energia e intensità agli ambienti di casa più monotoni. Tra le tonalità scure, oggi le più in voga nell’arredamento sono il verde foresta e il verde smeraldo.

Il verde foresta è un pigmento brillante e versatile, e si abbina con facilità ad altre sfumature intense e a materiali di carattere, come il legno nelle sue tonalità chiare e medie, il marmo e il cemento. Per quanto riguarda gli abbinamenti con altri colori, si accosta in modo interessate ad azzurri, gialli e rosa per contrasti forti, e ad altri verdi scuri, in tono su tono, come l’ottanio o il verde agrifoglio.

Il verde smeraldo, prezioso proprio come la pietra da cui prende il nome, è un colore lussuoso molto adatto a stili eccentrici e moderni, e si accosta a materiali altrettanto importanti e tonalità varie. I suoi complementi perfetti sono i metalli, come oro, bronzo e rame, ma anche il legno. Anche con il verde smeraldo puoi giocare con il tono su tono, usandolo in abbinamento ad altri verdi, oltre che come pittura murale per far risaltare una parete in un soggiorno suntuoso, un bagno prezioso o un ingresso stupefacente.

Verde acceso

I verdi accesi sono le tonalità più frizzanti della famiglia, vivaci e ideali per dare una ventata d’aria fresca all’arredamento. Da usare con parsimonia perché, rispetto ai verdi chiari e ai verdi scuri, rischiano di stancare, e sono tinte poco usuali che puoi usare per stupire i tuoi ospiti.

Il verde acido è un tono in cui c’è una forte prevalenza della componente gialla, dona carattere a ogni ambiente e crea un impatto visivo notevole, anche se è meglio smorzarne la forza abbinandolo a tinte più sobrie. Puoi sceglierlo per dipingere una parete intera, per esempio in una stanza in stile industriale, se l’arredamento è nei colori del grigio e del nero, legno chiaro e cemento. Se non vuoi esagerare con questo colore inconsueto, usalo per pochi dettagli: un mobile, le piastrelle del bagno, un divano. Ti aiuta a riequilibrare gli spazi in una stanza con il soffitto basso, se dipingi in verde acido il soffitto e le pareti in grigio.

Il verde lime è un’altra tonalità di verde acceso che porta in casa tutta l’energia e la freschezza tropicale del frutto da cui prende il nome. Anche questo verde ha al suo interno una componente gialla molto forte, per questo è molto vivace e brillante. I suoi temi d’elezione sono quelli botanici e floreali, ma si sposa bene anche con arredi moderni e minimali, dando quel tocco di brio che ravviva qualunque ambiente.

Verde neutro

Lo sapevi che tra i colori cosiddetti “neutri” esistono anche delle tonalità di verde? Ebbene sì! Oltre al bianco, il nero e il grigio, alcuni verdi diventano inaspettate basi neutre che si sostituiscono perfettamente a colori più scontati.

Tra questi, il più apprezzato da architetti e designer d’interni è sicuramente il verde salvia. Polveroso e opaco, è ormai diventato di grande tendenza e un passe-partout per tanti stili e abbinamenti. Perfetto per chi vuole dare un tocco di colore in casa, ma teme il salto dal bianco a colori troppo accesi. Si sposa bene con le tonalità calde del legno, il nero, il marrone, il bianco e il grigio, e può fare da base neutra sia per lo stile scandinavo che per lo shabby che per il provenzale.

Su un gradino più alto nell’intensità dei verdi neutri troviamo il verde oliva, che richiama proprio il colore delle olive mature. Si ottiene mescolando al verde il giallo e il nero, e richiama l’atmosfera della vegetazione mediterranea. Classico, elegante e sofisticato, si abbina bene ad altri neutri, altri verdi in nuance e alle tonalità naturali in generale: marroni, arancioni, gialli polverosi e rossi.

Il verde militare, insieme al color kaki, è una delle sfumature più scure e sature. Si può usare con parsimonia solo per una parete, anche mixato a un altro tono di verde, a patto che la stanza goda di una buona illuminazione naturale e che abbia i soffitti sufficientemente alti. Combinazioni inusuali ma riuscite con il verde militare sono quelle con toni accesi e brillanti di giallo, con i rosa intensi o gli azzurri più carichi.

Come usare il verde in casa

Usare il colore verde in casa ti permette di donare eleganza a ogni ambiente, in ogni sua tonalità: stupendo come pittura murale in zona giorno, cucina e zona notte, così come in bagno e nell’ingresso, è altrettanto adatto come colore per mobili, tessili e accessori. Scopriamo insieme come utilizzare e come abbinare il verde, stanza per stanza!

Cucina

Ti fai attrarre dalla tentazione di una cucina total green? In questo caso puoi affidarti a diverse nuance di verde, giocando con i verdi neutri, chiari e scuri da alternare nei colori dei mobili, abbinandoli al bianco, al color legno e altri materiali preziosi come marmi, quarzi, ceramiche o metalli come il rame, il bronzo, fino all’oro, per un effetto luxury.

Vuoi inserire solo un dettaglio verde in cucina e mixare rustico e moderno? Intorno a un tavolo da pranzo in legno grezzo disponi sedie moderne, in acciaio o plexi, di diverse tonalità di verde.

Zona giorno

Se vuoi arredare in modo sorprendente il soggiorno e la zona giorno puoi accostare al verde colori d’impatto come il giallo o il viola, abbinati a tessuti preziosi e opulenti, come il velluto, il raso, la seta. Un effetto più rustico ed elegante viene dato dagli accostamenti di verde con diverse gradazioni di marrone, come il testa di moro, il color ruggine, il color biscotto e il tabacco, ad esempio dipingendo una parete verde salvia di fronte a un divano Chesterfield.

Camera da letto

In camera da letto puoi creare un’oasi di pace e relax utilizzando il verde in molti modi. Dai verdi neutri e chiari usati con altri colori pastello o neutri per creare una camera da letto molto romantica in stile provenzale, ai verdi più scuri e d’impatto come lo smeraldo o il verde foresta per accostamenti d’impatto con materiali più contemporanei e mobili laccati.

Bagno

Il verde è un colore rilassante e richiama la natura, e quindi è molto adatto alla stanza da bagno. Dai un senso di ordine e pulizia accostando verde acqua o verde menta al bianco e al legno, soprattutto se hai un bagno piccolo. Nel caso di un bagno grande e luminoso, puoi sbizzarrirti anche con tonalità di verde più scure. Non vuoi rifare completamente il bagno ma solo rinnovarlo con qualche dettaglio? Dipingi le piastrelle all’interno della doccia di verde, oppure ridipingi solo il mobile del lavandino.

Ingresso

Un colore accogliente e morbido come il verde può essere usato anche nell’ingresso di casa. Se l’ingresso è poco luminoso, scegli una nuance di verde pallido abbinata al beige molto chiaro, per regalare grande luminosità. Se vuoi donare un’apertura regale alla tua casa e stupire i tuoi ospiti, usa il verde smeraldo abbinato ai toni del viola.  

Sei ancora alla ricerca delle nuance perfette per la tua casa? Leggi le nostre guide a “Colori e abbinamenti“: troverai consigli utili e spunti creativi per colorare ogni stanza!