Angolo bar

Per concedersi una pausa dalla frenesia di tutti i giorni non c’è niente di meglio che sorseggiare un buon drink comodamente seduti sul divano. E per chi ha la passione per i cocktail fatti in casa a regola d’arte non c’è niente di meglio di un personale angolo bar. Diffusissimi tra gli anni ’70 e ’80 anche in Italia, gli spazi domestici dedicati a un buon drink, preferibilmente in compagnia, stanno tornando in voga anche nelle scelte d’arredo contemporanee. Ma come realizzare un angolo bar in casa? Le soluzioni a disposizione sono diverse. Seguici in questo viaggio fatto di banconi, shaker e inebrianti cocktail, e scegli la soluzione più adatta a te!

Dove creare un angolo bar in casa?

Il primo step per realizzare un angolo bar è individuare quale spazio della casa potrai dedicare a questo intento. La zona ideale è ovviamente il salotto o l’area living. Le opzioni percorribili sono solitamente due: c’è chi preferisce posizionarlo in prossimità della cucina in maniera tale da poter deliziare i propri ospiti con un aperitivo prima di una succulenta cena, e c’è chi preferisce dedicarli un’area esclusiva in un angolo del salone per passare amabilmente una serata tra chiacchiere e un buon cocktail.

Ti starai con ogni probabilità chiedendo quanto spazio è necessario per realizzare un angolo bar. Le misure richieste per ricreare la magica atmosfera di un bancone sono di circa due metri quadrati. Tuttavia anche se disponi di un piccolo appartamento potrai comunque ricreare la tua piccola oasi relax dedicata ai drink.

Infatti un angolo bar si può ricavare in pratica ovunque: da una nicchia, da un sottoscala, sfruttando delle mensole e così via. Basterà aguzzare l’ingegno e seguire i nostri utili consigli!

3 idee per il tuo angolo bar

Come accennavamo qualche riga più su, l’angolo bar può trovare il suo “habitat naturale” in tantissimi punti della casa. Scopriamo insieme alcune delle migliori idee!

Bancone e sgabelli

Se hai a disposizione un salone con una buona metratura puoi farti tentare dall’idea del bancone. È inutile dirlo: il suo fascino è senza tempo e porta direttamente tra le mura domestiche la magica atmosfera del cocktail bar in cui passare una piacevole serata con gli amici.

La gamma dei materiali disponibili è molto ampia. Il consiglio è di sceglierli rispettando sempre il design del resto del salone. Ad esempio le versioni in legno laccato si adatteranno ad uno stile contemporaneo, mentre il legno naturale ad una versione più classica. Immancabili saranno anche gli eleganti banconi in marmo, in acciaio per uno stile industrial oppure in legno decapato per il sempre più di tendenza shabby chic. Potrai anche optare per un angolo bar in cartongesso: i suoi costi saranno contenuti e  diventerà un tutt’uno con il resto della stanza.

Altri elementi irrinunciabili per un angolo bar old school con bancone saranno il frigo bar e un lavello dove sciacquare gli strumenti subito dopo le preparazioni. Gli ospiti invece si accomoderanno su degli sgabelli da posizionare davanti al bancone. Anche in questo caso la scelta sarà vasta: dagli sgabelli vintage rivestiti in pelle in stile bar americano anni ’50 alle versioni più rustiche completamente in legno.

Suggerimenti:

Sottoscala

Spesso i sottoscala sono inutilizzati o sfruttati come ripostiglio. E allora perché non trasformarlo in un meraviglioso angolo bar? Potrai inserire un classico mobile suddiviso in scompartimenti in cui collocare tutti gli alcolici per le preparazioni. Il bancone invece potrà essere sostituito da un tavolo a ribalta pronto a scomparire dopo l’utilizzo e non ingombrando così il passaggio nei pressi della scala.

In questo piccolo e intimo angolo bar, infine la ciliegina sulla torta sarebbe una bella vetrinetta refrigerata dove riporre i propri vini da degustare possibilmente in compagnia.

Suggerimenti:

Nicchia

Se lo spazio scarseggia l’imperativo sarà far di necessità virtù. Anche una nicchia può trasformarsi in un angolo bar ideale. In che modo? Sfruttando le mensole per creare i ripiani dove poggiare le diverse bottiglie e allo stesso tempo un piccolo piano di lavoro dove sorprendere gli ospiti con le abilità da barman.

Per ottimizzare al meglio lo spazio a disposizione potresti anche collocare in prossimità della nicchia un mobiletto in cui riporre ulteriori bottiglie e strumenti utili.

Suggerimenti:

Mobili e accessori must-have

I mobili per un angolo bar devono rispecchiare alcune caratteristiche. In primo luogo devono essere suddivisi sapientemente in scomparti, meglio se illuminati. Nel caso in cui non abbia in casa la possibilità di collocare un bancone, sarà importante che il mobile sia provvisto di un anta d’apertura ribaltabile: questa funzionerà da piano d’appoggio una volta aperto il mobiletto.

Un’ alternativa al mobile è il carrello, in particolar modo il modello con doppio vano in vetro, dove sistemare bottiglie e bicchieri di varie forme. La classica versione cromata con la struttura argentata o dorata entrerà facilmente in sintonia con qualunque tipo di arredo. La presenza delle rotelline poi, ti consentirà di spostarlo da una stanza all’altra, in base alle necessità del momento.

Cosa manca ancora? Beh, oltre ai mobili e alla struttura in un angolo bar non potranno mancare gli attrezzi del mestiere. Misurini, colini, spremiagrumi e frullatori per preparare drink a base di frutta, shaker, mixing glass e bar spoon, rispettivamente per shakerare o miscelare i diversi ingredienti.

Non dimenticare infine i barattoli, preferibilmente di vetro, per contenere spezie, zucchero di canna e frutta già tagliata pronta a diventare uno dei tanti ingredienti per un sorprendente cocktail.

Suggerimenti:

Vuoi scoprire altre idee creative per i tuoi prossimi progetti DIY? Nella sezione “Fai-da-te” puoi trovare tante guide e consigli da cui farti ispirare!

banner guide e consigli