Azzurro polvere

Un blu chiaro e freddo che si avvicina al grigio, luminoso e semplice da usare: è l’azzurro polvere, che sta conquistando sempre di più il cuore di architetti e interior designer. Vieni con noi alla scoperta di questa sfumatura delicata e fresca, leggendo la guida all’azzurro polvere in casa.

Caratteristiche dell’azzurro polvere

Tonalità di azzurro molto fresca ed estiva, l’azzurro polvere è una tonalità fredda ma romantica, con all’interno una leggera punta di grigio che ne smorza l’effetto “baby”. È una tinta che ricorda il celeste e le sfumature del mare e del cielo nelle giornate terse, ed è praticamente assimilabile a un colore neutro. Ecco perché in casa lo puoi abbinare senza problemi ad altre tonalità pastello, a toni vivaci come il blu elettrico o i rossi, e anche a colori fluo come il fucsia, l’arancione e il giallo.

Puoi dare fresche pennellate di azzurro polvere sulle pareti, o usarlo per ridipingere mobili un po’ datati dando loro nuova vita, e lo puoi fare in tutti gli ambienti di casa. In ingresso, in un bagno cieco, in camera da letto ma anche in sala da pranzo e cucina, dove i blu e gli azzurri stanno diventando colori di tendenza. Scopri con noi come inserire l’azzurro polvere su pareti e arredi.

Azzurro polvere per le pareti

L’azzurro polvere è una tonalità soft ed elegante, che usata a parete dona all’ambiente un’allure chic e allo stesso tempo confortevole. Puoi usarlo senza paura anche in ambienti piccoli e poco illuminati. Se ti piace lo stile coastal e marinaro, abbinalo al bianco e ad altre sfumature di blu per i dettagli nell’arredamento, con elementi in juta, corda e lino.

Se, invece, ti piacciono gli stili nordici, usalo insieme ai grigi, a dettagli neri e al legno chiaro. Una tendenza degli ultimi anni è quella di dipingere solo il soffitto di azzurro polvere, che dona la sensazione di essere sotto un luminoso cielo estivo. Oppure, se vuoi spingerti ancora più in là, puoi dipingere tutte e quattro le pareti e il soffitto di questa tonalità, giocando anche con toni diversi di azzurro.

Idee per ogni angolo della casa

Usa l’azzurro polvere come se fosse un colore neutro, dipingendo senza paura le pareti oppure rinnovando l’arredamento con mobili nuovi (o ridipinti) in questa tonalità. Vediamo insieme qualche idea!

Camera da letto

L’azzurro polvere tendente al grigio è una tonalità morbida e distensiva che si può proprio nel luogo deputato al riposo. Se il punto di partenza è una base classica di colori neutri, puoi ravvivarla con tessili azzurro polvere, qualche accessorio o complemento oppure ridipingere le pareti (anche tutte e quattro, o solo il soffitto, come suggerivamo poco fa). Cambia completamente l’aspetto della camera da letto spendendo poco usando una vernice azzurro polvere per rinnovare il guardaroba: in commercio ne trovi di adatte a tutti i materiali, dal legno al vetro agli impiallacciati.

Soggiorno

Un soggiorno azzurro polvere è una vera scelta di stile, con in più il vantaggio che si tratta di un colore quasi neutro e quindi adatto a uno spazio in cui spesso si combinano più funzioni: i ritrovi con gli amici, i momenti di pausa davanti alla tv o a un buon libro, il gioco dei più piccoli… e quindi è più faticoso trovare un colore adatto a tutte queste necessità. Qui puoi spingerti con il “total light blue” arrendando così: mobili e complementi in legno, bianchi e grigi, rivestimenti e tessili in un azzurro polvere carico e in nuance con pareti e tessili di qualche tono più chiaro. Inserisci qualche dettaglio blu e il soggiorno è completo.

Cucina

In cucina, soprattutto quando i padroni di casa amano mettersi ai fornelli, si alternano spesso diversi tipi di materiali, che vanno incontro a esigenze sia estetiche che pratiche. Quindi possiamo trovare il legno accanto all’acciaio, il marmo vicino alla ceramica, per non parlare dei tessili e degli accessori per cucinare. L’azzurro polvere è un potente alleato in una cucina ricca di materiali e texture, perché fa da sfondo non invasivo e si abbina praticamente a tutto.

Bagno

Anche il bagno si può vestire con questo tono chiaro e freddo di azzurro, soprattutto a parete, per dare più risalto a mobili e sanitari bianchi. È un’ottima scelta di passaggio al colore dalla sicurezza di una parete bianca, soprattutto se non hai mai sperimentato le pareti colorate e hai paura di scegliere una tonalità troppo decisa. L’azzurro polvere ti aiuta anche con un bagno cieco o poco luminoso, per donare una sensazione di apertura e luminosità.

I migliori abbinamenti

Con l’azzurro polvere hai l’imbarazzo della scelta: puoi abbinare sia altri colori delicati che tonalità più profonde e accese.

  1. Bianco

    Bianco e azzurro polvere formano una coppia luminosissima, delicata e senza tempo. È l’abbinamento più facile e più gestibile anche negli anni. Se infatti usi questi due colori come base per l’arredamento, potrai poi aggiungere man mano dettagli o mobili nuovi senza rischiare che stridano con queste tonalità. Con l’azzurro polvere stanno bene sia i bianchi caldi (avorio, panna, latte) che freddi (ghiaccio, ottico, fumo).

  2. Colori neutri

    Se vuoi fare un passo in più rispetto al classico bianco, la palette dei neutri ti offre infinite possibilità di combinazioni con l’azzurro polvere. Dai grigi, che richiamano il sottofondo di questo colore, ai tortora, ai beige. Se poi hai mobili in legno puoi ricreare un effetto allo stesso tempo rustico e scandinavo.

  3. Sfumature di blu

    L’ambiente monocromatico può spaventare, perché è quasi più facile abbinare toni molto distanti tra loro piuttosto che sfumature molto simili. Una guida per realizzare un ambiente in diverse sfumature di blu è quella di usare l’azzurro polvere per le superfici ampie e le pareti, e scegliere toni più profondi (cobalto, zaffiro, blu navy) per gli accessori. Completa la palette con un altro colore neutro per spezzare l’insieme.

  4. Rosso

    Una palette classica dello stile country è quella che abbina i blu ai rossi. Ma se vuoi accostare queste due tonalità, non devi per forza ricreare l’atmosfera di un casolare in campagna. Azzurro polvere e rosso, infatti, possono essere usati anche per lo stile contemporaneo, per il retro, per tutti gli stili orientali e, in più, sono un’ottima combinazione per la cameretta dei bambini: creativa, ma non troppo eccitante.

Suggerimenti:

Ti piacciono le sfumature di blu ma non conosci bene le differenze tra una e l’altra? Parti dalla nostra guida alle “Tonalità di blu”.