Come organizzare i cassetti

Non trovi più qualcosa in casa? Probabilmente è finita dentro un cassetto. Se sudi freddo al solo pensiero di aprirne uno, forse è arrivato il momento di metterli in ordine. Parti dai nostri consigli su come organizzare i cassetti in camera da letto, cucina e bagno e vedrai che non ti faranno più impazzire!

Come organizzare i cassetti della camera da letto

Nei cassetti dell’armadio in camera da letto impiliamo magliette e maglioni, buttiamo alla rinfusa calzini e biancheria, e va a finire che non troviamo mai quello che cerchiamo. I cassetti possono diventare i tuoi alleati per mantenere l’ordine nell’armadio, ricavare spazio ed evitare che i vestiti si sgualciscano. Per riordinare i cassetti in camera da letto ti consigliamo quattro trucchi.

1. Appendi meno vestiti possibile

Lascia sulle grucce solo camicie, giacche e vestiti leggeri: tutto il resto può essere piegato e riposto nei cassetti, compresi pantaloni e jeans.

2. Piega gli abiti con il metodo Marie Kondo

La maestra giapponese del riordino ha reso celebre il suo trucco per piegare i vestiti ottenendo prima dei rettangoli, da chiudere come dei pacchettini, per poi arrotolarli e ordinarli “in verticale” nei cassetti. Se vuoi capire meglio come fare, leggi il nostro articolo dedicato al metodo Marie Kondo per riordinare casa.

3. Acquista dei divisori

Puoi comprarli di tessuto, rigidi, morbidi o semirigidi, e usarli per dividere la biancheria, i calzini e gli accessori (come le cinture, le sciarpe, le pochette…). In questo modo avrai ogni cosa esposta, ben visibile e in ordine e non rischi di creare di nuovo montagnole disordinate di biancheria.

4. Usa le scatole

Se nel tuo armadio non ci sono abbastanza cassetti per riporre i vestiti, armati di scatole dove li potrai riporre per categoria (maglioni, pantaloni, t-shirt). Le scatole trasparenti ti aiutano a vedere subito quello che c’è dentro. In alternativa, etichettale.

Suggerimenti:

Come organizzare i cassetti della cucina

Se nella tua cucina i cassetti non sono organizzati in modo logico, cucinare è più complicato. Se ti trovi a dover frugare ogni volta che cerchi qualcosa in mezzo a oggetti buttati alla rinfusa nei cassetti della cucina (rischiando anche di tagliarti con gli strumenti affilati), è il momento di applicare i nostri quattro consigli per riorganizzarli.

  1. Svuotali

    Non puoi farne a meno: prima di riorganizzare, devi capire quante cose hai e di quante ti puoi liberare. Apri tutti i cassetti, tira fuori ogni cosa, pulisci e butta il superfluo: elastici, bacchette dei ristoranti giapponesi, cucchiai di legno anneriti… e se hai bisogno di fare ordine in generale, segui i nostri consigli per il decluttering della cucina.

  2. Organizza cassetti omogenei

    Una volta che hai deciso cosa tenere, riorganizza i cassetti per funzioni. Da una parte pentole e coperchi, poi il cassetto delle posate, gli scomparti con i piccoli elettrodomestici, il cassetto per i sacchetti freezer, la pellicola trasparente e l’alluminio, lo spazio per i detergenti… Ragiona anche per praticità d’uso: nei cassetti più vicini al piano cottura ci saranno quelli degli oggetti che usi tutti i giorni per cucinare.

  3. Usa i divisori

    In commercio esistono divisori in plastica o metallo per rendere più comoda l’organizzazione dei cassetti della cucina, soprattutto di pentole, padelle e contenitori di plastica. Puoi dividere i coperchi e posizionare gli oggetti in verticale, così ti sarà più semplice prendere quello che ti serve senza dover ogni volta spostare tutto.

  4. Piega gli strofinacci

    Il metodo Marie Kondo per i vestiti funziona anche per i tessili della cucina, dagli strofinacci alle tovaglie, alle tovagliette, fino ai runner. Piegati e riposti in verticale, saranno più ordinati e più facili da utilizzare.

Come organizzare i cassetti del bagno

I cassetti sotto il lavandino e nel mobile bagno ospitano prodotti molto diversi tra loro, e spesso tendiamo a mischiarli in modo casuale. Di conseguenza, si accumulano sporco e polvere, e i prodotti superano la scadenza senza che ce ne accorgiamo. Ecco quattro idee per organizzare i cassetti del bagno e creare un ambiente pulito e ordinato:

  1. Dividi i cassetti per funzione. Come in cucina, anche in bagno i cassetti dovrebbero essere organizzati per funzioni e per praticità d’uso. Da una parte i prodotti per il make-up, in un altro cassetto i medicinali, poi i prodotti per il viso e quelli per il corpo. Vicino al lavandino dovrebbero restare solo quelle cose che usi tutti i giorni: deodorante, spazzolino, spazzola, crema viso, e così via;
  2. Acquista divisori e porta oggetti. Se nel riordinare la cucina hai trovato un portaposate in più, potresti usarlo per dividere anche i prodotti nel cassetto del bagno, senza acquistarne uno nuovo. Aggancia dei porta oggetti all’anta del mobile sopra il lavandino per i prodotti più piccoli, come le matite per occhi o le pinzette: li avrai sempre a portata di mano e non rischierai di perderli nei cassetti;
  3. Arrotola gli asciugamani. Per tenere in ordine anche gli asciugamani senza impilarli dentro i cassetti, compra dei cestini o delle scatole in tessuto per riporli ripiegati e messi in verticale. Ormai l’avrai capito, siamo dei cultori del metodo Marie Kondo per ogni tessile di casa!
  4. Appendi un bastone sotto il lavandino. Potrai agganciare i prodotti per la pulizia, lo spray anticalcare, quello per i vetri e le spugne. Ti saranno comodi quando dovrai pulire il bagno, non ingombrano e non occupano spazio nei cassetti.

Suggerimenti:

Dopo aver riordinato i cassetti, ti è venuta voglia di sistemare anche il resto della casa? Abbiamo la guida che fa per te: Decluttering, come eliminare il superfluo e fare ordine.

banner guide e consigli