Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Letto con divisorio

Se hai figli che iniziano a entrare nella fase della adolescenza lo sai: la loro necessità di indipendenza e spazi personali diventa sempre più manifesta. Capita spesso, soprattutto nelle abitazioni cittadine, che non sia possibile assegnare una camera a ciascuno, e allora come comportarsi? Se hai a disposizione una sola camera, e non hai intenzione di spendere troppe risorse per modifiche strutturali murarie onerose, la soluzione più semplice è quella di creare due ambienti autonomi. Qui di seguito troverai alcune idee e suggerimenti su come dividere la camera dei ragazzi in due spazi indipendenti.

Elementi da considerare prima di dividere una stanza in due

Hai deciso di dividere la stanza in due zone distinte, ma prima di partire e ‘spron battuto’, meglio pensare concretamente a tutte le implicazioni per non ottenere una soluzione inefficace o, peggio ancora, impraticabile. Fisicamente dove avverrà la divisione? Con che criterio? Quali mobili, e dove, verranno collocati dopo aver suddiviso in zone la stanza?

  1. Spazio disponibile
    Come sempre è il primo elemento da non trascurare prima di cominciare un’operazione di arredamento. È sufficiente per far vivere agevolmente i tuoi figli? La divisione non comporterà una soluzione troppo angusta? Riuscirai a inserire agevolmente almeno i tre complementi indispensabili, ovvero letto, scrivania e armadio? Il riscaldamento sarà uniforme?
  2. Luce
    Altra variabile non da poco, visto che lo studio probabilmente occuperà ai ragazzi una buona fetta del tempo. Quante finestre sono presenti nella stanza? Se è unica bisognerà fare in modo che irradi in modo equilibrato la luce verso le due aree. Se la suddivisione fosse impossibile senza dover operare a livello di serramento, dovrai orientarti verso una soluzione filtrante che farebbe diminuire però la privacy. Altresì sarà importante studiare bene la collocazione delle prese di corrente per poter sopperire in modo corretto con l’illuminazione artificiale e per fornire l’adeguata ‘energia’ agli occupanti.
  3. Estetica
    Naturalmente la funzionalità, in questo particolare caso di gestione degli interni, ha la priorità, ma non dimenticare l’impatto visivo. Un bell’angolino personale rende i tuoi figli più felici. Scegli colori vivaci lascia che siano loro a personalizzare l’ambiente in funzione della struttura scelta.

Come dividere la camera dei ragazzi in due senza muri

Come dividere la camera dei ragazzi in due spazi indipendenti senza effettuare lavori? Le opere murarie non sono sempre praticabili per vari motivi: economici, fisici, pratici. Ma questo non significa che non sia possibile dividere la camera dei ragazzi in due spazi indipendenti, Le possibilità sono molte. te ne presentiamo alcune!

  1. Librerie divisorie

    La variazione degli equilibri spaziali con elementi di arredo è la meno invasiva, infatti è possibile cambiare gli ambienti con poca fatica. La libreria è la soluzione più usata e comoda. Se opterai per una tipologia con due facciate aperte, potrà fungere da biblioteca personale per entrambi i ragazzi. Oltre ai libri puoi posizionare sulle scaffalature anche altri oggetti che andranno a personalizzare ulteriormente l’ambiente.

  2. Armadi

    Al pari delle librerie, un altro elemento di arredo funzionale alla divisione può essere un armadio. Se lo spazio lo permettesse potrebbero essere due, affiancati e orientati con le ante di apertura alternate verso colui o colei che le utilizzerà. Con le ante scorrevoli, anziché ad apertura classica, risparmierai spazio.

  3. Porta scorrevole

    Se la struttura lo permette, la porta scorrevole è una possibilità di grande efficacia perché permette il passaggio fra le due aree senza andare a incidere sulla riservatezza. L’installazione è piuttosto semplice e non richiede necessariamente artigiani specializzati: sono necessari i binari, sul pavimento e sul soffitto, in cui far scorrere i pannelli scorrevoli. Potresti sceglierli di materiale fonoassorbente così da creare un maggiore senso di intimità per le due zone.

  4. Tende

    Non vuoi un impatto troppo aggressivo sulle superfici o nelle zone perimetrali della stanza? Le tende possono assicurarti comunque un buon livello di intimità senza doverti impegnare in troppe lavorazioni e interventi murari. Le tende hanno milioni di fantasie e possono essere cambiate facilmente se si intende rinnovare il locale con colori nuovi: chiare per par filtrare la luce o più scure per creare una sensazione di maggior riservatezza. In questa circostanza è sufficiente solo una guida o un binario sul soffitto e il gioco è fatto.

  5. Separé

    Anche in questo l’invasività nella struttura ambientale è quasi nulla. I separé sono un classico per la creazione di spazi personali. Oltre a essere economici sono anche praticissimi perché si possono spostare e collocare in funzione delle esigenze del momento. In commercio ne esistono di varie forme, colori e materiali, alcuni anche gradevolissimi visivamente. In ogni caso possono essere anche decorati con colori, poster, foto e quant’altro stimola la creatività dei tuoi ragazzi.

Idee per dividere in due una camera piccola

Ma come dividere una stanza in due se la superficie non si riesce a sfruttare alla perfezione? Quando l’orizzontale non funziona, allora orientati verso il verticale. È un po’ la stessa logica dei grattacieli che proiettano gli spazi in altezza quando la larghezza è impraticabile.

Letti a castello e letti a soppalco sono le due soluzioni che traggono il massimo vantaggio dalla verticalità.

Lo studio e i compiti sono importanti e vengono sicuramente meglio alla propria scrivania. Esistono soluzioni di arredamento che propongono letti a castello combinati a scrivanie nella parte sottostante. Ecco che se separi la cameretta con uno dei metodi descritti prima e adotti una composizione con due letti a castello e scrivania abbinata nella parte inferiore puoi realizzare anche lo spazio studio individuale.

Come per i letti a castello, le soppalcature sfruttano la composizione verticale. La suddivisione in questo caso avviene in altezza, si crea così un’ambiente autonomo al “piano di sopra”. Questo genere di struttura è molto interessante se si vuole privilegiare lo spazio all’interno dell’ambiente. Le scale per salire possono diventare praticissimi contenitori salvaspazio!

Sfrutta al meglio gli spazi e crea uno spazio ideale per i tuoi figli!