Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Candele per eliminare cattivi odori

A tutti piace avere una casa pulita che profuma sempre di fresco. Questo purtroppo non sempre è possibile, perché ci sono diversi componenti che causano odori spiacevoli nelle nostre abitazioni. Per fortuna esistono accorgimenti e rimedi per eliminare i cattivi odori e tornare a respirare aria pulita. Ecco alcuni pratici consigli da mettere in atto fin da subito.

Cause dei cattivi odori

Gli odori sgradevoli sono conseguenza di tantissimi fattori. Proprio per questo analizziamoli uno per uno e vediamo come risolverli efficacemente con prodotti naturali, economici e alla portata di tutti.

Fumo di sigaretta

L’odore più forte è sicuramente quello del fumo. Le case dei fumatori, soprattutto in inverno, quando non si fa arieggiare spesso l’ambiante per il freddo, sono inghiottite da una nube di fumo. Questo provoca diversi fastidi come tosse e lacrimazione degli occhi. L’ideale sarebbe non fumare in generale, e dentro casa in particolare. Può essere una buona prassi arieggiare spesso gli ambienti e, soprattutto, svuotare sempre il posacenere.

Animali domestici

I nostri migliori amici spesso sono fonte di spiacevoli odori. Un esempio è la lettiera del gatto, o animali in gabbia che dovrebbero essere puliti quotidianamente. I gatti si lavano molto spesso e per questo sono già puliti ma, il cane per esempio, ha bisogno di essere lavato frequentemente, soprattutto se vive sia in casa che in giardino, dove si sporca facilmente.

Tappezzeria sporca

Non lavare tappeti, tende, cuscini, coperte e divani può causare cattivo odore in tutta la casa. Questi materiali, infatti, si impregnano di odori come quello del fumo (come abbiamo già visto) o di determinati alimenti (che vedremo tra poco). In ogni caso si possono lavare frequentemente anche a secco con bicarbonato e menta, che assorbono gli odori efficacemente.

Odore di cibo

Come accennato, la cucina può regalare buonissimi profumi, che però possono ristagnare nell’aria, specialmente la sera. Friggere, cuocere verdura (come broccoli, verza, ecc.) o fare alla piastra una bistecca, può rilasciare nell’aria un odore abbastanza fastidioso, soprattutto se non fai arieggiare subito dopo o durante la cottura. Meglio sicuramente darsi alla preparazione di questi piatti la mattina e non la sera tardi.

Aria rarefatta

Cambiare l’aria spesso è fondamentale per rinfrescare gli ambienti. Dovresti farlo la mattina presto, dopo aver cucinato, se fumi e se hai animali domestici in casa. Basta aprire le finestre una ventina di minuti più volte al giorno. D’inverno questo non sempre è possibile, ma tra poco vedremo anche dei rimedi per profumare gli ambienti in tutte le stagioni .

Scarichi dei lavandini e del bagno

Non pulire bene gli scarichi del WC o della cucina porta all’accumulo di sporco, che causa la presenza di cattivi odori. Un accorgimento può essere quello di utilizzare un profumatore per i sanitari che ad ogni risciacquo disinfetta. Far scorrere acqua calda (non bollente) con dentro limone o aceto aiuta a sgorgare gli scarichi della cucina ed eliminare tracce di cibo rimaste all’interno.

Come eliminare cattivi odori: rimedi fai-da-te

Già seguendo gli accorgimenti anticipati poco fa si può fare la differenza. Ma se vuoi un profumo che duri nel tempo, puoi provare queste diverse soluzioni.

Candele profumate

Devi scegliere con cura le tue candele profumate. Molte in commercio non sono di buona qualità, nel senso che non profumano ma fanno solo un po’ di luce. Se invece ne acquisti una studiata appositamente per eliminare i cattivi odori, sicuramente avrai il risultato sperato. Ce ne sono di tantissime fragranze, come bergamotto o rosa, ma nulla ti vieta di provarne altre. Alternativa alle candele sono gli incensi o i bastoncini profumati, che danno un tocco originale alla tua casa.

Spray profumato fatto in casa

Farlo in casa è davvero facile. Basta mescolare in una boccettina da 500 ml di acqua, 6-7 gocce del tuo olio essenziale preferito e 10 ml di alcol. Puoi quindi spruzzarlo 1-2 volte al giorno nei vari ambienti. Ovviamente potresti crearne uno per la cucina (a base di limone, arancio o menta) uno diverso per la camera da letto (melissa, camomilla, rosa, ecc.), il bagno e così via.

Detersivi naturali

Per profumare la casa ed eliminare cattivi odori da vestiti, pentole e pavimenti, puoi valutare l’idea di utilizzare detersivi fatti in casa. Questi hanno un profumo più naturale (in quanto si utilizzano limone, aceto, ecc.), durano più a lungo delle profumazioni chimiche e puoi utilizzarli più volte al giorno senza controindicazioni per la salute.

Oli essenziali

Infine, potresti anche pensare di utilizzare gli oli essenziali puri o diluiti negli appositi diffusori. In commercio li trovi a candela (che bruciando fa evaporare l’olio) oppure elettrici dalle forme e luci bizzarre per personalizzare ogni stanza. In ogni caso devi sempre arieggiare gli ambienti 1-2 volte al giorno per permettere all’aria fresca e pulita di entrare in casa e a quella rarefatta di uscire.